0

In Italia la benzina più cara d’Europa

L’Italia continua a mantenere un triste primato, ossia quello di essere uno dei paesi con il più alto costo dei carburanti di tutta Europa. Nonostante il prezzo di benzina e gasolio sia in calo rispetto ad un paio di mesi fa (quando la verde aveva superato la soglia dei 2 euro al litro) il loro costo alla pompa continua ad essere davvero troppo alto. Mediamente, nelle pompe di benzina del nostro paese, si può acquistare un litro di verde a 1,757 euro e un litro di gasolio a 1,637 euro, valori ancora molto alti che gravano in maniera significativa sul potere di acquisto delle famiglie italiane. Questo perchè al di la del costo di benzina e gasolio con l’aumentare die prezzi dei carburanti aumenta anche il costo di molti prodotti di prima necessità tra cui i generi alimentari. Frutta, verdura, latte sono solo alcuni dei prodotti che potremmo pagare meno se solo il costo dei carburanti fosse inferiore.

Quello che fa riflettere, infatti, è che in molti paesi europei la benzina e il gasolio costano molto meno. Dal grafico qui sopra si evince che in Spagna, Portogallo, Francia, Germania e Svizzera il costo dei carburanti è ben inferiore a quello italiano con punte di anche 20 – 30 centesimi al litro.

Prendiamo la benzina: ipotizzando di dover fare un pieno ad un’auto di media cilindrata (ipotizziamo un serbatoio di 50 litri) spenderemo in Italia circa 87,85 euro. In Germania lo stesso pieno ci costerebbe 79 euro, in Francia 77,50 mentre in Spagna si spenderebbe solo 68 euro.

Insomma una differenza non da poco che penalizza gravemente gli automobilisti italiani sia al momento di fare rifornimento che, una seconda volta,  al momento di fare la spesa.

Come ci si può difendere da questo “caro carburanti”?

Il primo passo potrebbe essere quello di fare rifornimento solo nei distributori che effettuano prezzi vantagiosi. In questo senso nei mesi scorsi abbiamo realizzato una comoda guida ai migliori distributori low cost sul territorio italiano, guida che può essere consultata e stampata da qui.

Ovviamente oltre a questo si può, dove possibile, usare meno la propria auto utilizzando i mezzi pubblici per spostarsi da un parte all’altra della propria città. Spesso, anche se scomodi e troppo cari, consentono di risparmiare moltissimo rispetto all’uso del proprio veicolo.

Qualora non fosse possibile rinunciare all’auto per andare a lavoro ci si può sempre accordare con i propri colleghi per dividere le spese, magari prendendo la macchina a turno così da ridurre notevolmente l’impatto del carburante sul proprio budget mensile.

Infine, dove questo servizio sia disponibile, consigliamo di valutare l’uso del bike sharing… un’ottima soluzione per spendere meno, inquinare meno e mantenersi in forma.

Leave a Reply

Submit Comment

© 2014 Economy online. All rights reserved.