British Petroleum torna in utile

Dopo aver attraversato un periodo estremamente complicato – determinato fondamentalmente dal disastro ambientale della piattaforma Deepwater Horizon, che riversò tonnellate di greggio nelle acque del Golfo del Messico, e causò la morte di 11 dipendenti – i conti di British Petroleum tornano finalmente in utile, per la gioia dei suoi azionisti. Complice il rialzo del prezzo del petrolio e la vendita di qualche asset non ottimizzante, infatti, il bilancio 2011 della società si è chiuso con ricavi pari a 96,34 miliardi di dollari, contro gli 84 miliardi di dollari dell’anno precedente.

A costituire maggior interesse è tuttavia l’ultima riga del conto economico, quella che indica l’utile netto: nel corso del 2011, gli utili sono ammontati a circa 23,9 miliardi di dollari, in fortissima controtendenza rispetto alla perdita netta di 4,9 miliardi di dollari rilevata nell’esercizio precedente.

“E’ la strada giusta” – ha dichiarato l’amministratore delegato bob Dudley, che di questi tempi, poco tempo fa, stava rimborsando 7,8 miliardi di dollari in spese e oneri per riparare parzialmente al disastro ambientale, e 15,1 miliardi di dollari per il fondo da utilizzare per le vittime della marea nera.

Nel solo quarto trimestre dello scorso anno, i profitti si sono invece assestati intorno alla quota di 7,7 miliardi di dollari, contro i 5,6 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente.

Gli utili giungono invece a quota 5 miliardi, superando le attese degli analisti, che non stimavano utili superiore ai 4,9 miliardi di dollari. Il dividendo trimestrale – per la gioia degli azionisti – è infine cresciuto del 14% a 8 centesimi per azione. Insomma un ottimo risultato che arriva dopo un 2010 disastroso, dove la compagnia ha dovuto spendere oltre 20 miliardi di dollari per risarcire i danni del disastro del Golfo del Messico.

Puoi leggere anche:

  • tutti gli scioperi di febbraio: ecco il calendario completo degli scioperi in programma nel mese di febbraio 2012;
  • aumenti della benzina: continua la corsa della benzina che aumenta di ben 13 centesimi per effetto del nuovo decreto del governo;
  • risparmiare sui carburanti: una piccola guida su come risparmiare sul costo dei carburanti semplicemente applicando alcuni piccoli accorgimenti;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi