Evasione fiscale, si stimano recuperi per 11 miliardi

Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate, ha affermato che nel 2011 gli incassi derivanti dalla lotta all’evasione fiscale ammonteranno a quota 11 miliardi di euro. Una cifra notevole e irraggiungibile, sottolinea qualcuno. Tuttavia, Befera sembra essere certo dei propri auspici, cogliendo altresì l’occasione di smentire le voci di un condono, attualmente nemmeno in fase di sostanziale informativa nei confronti delle Entrate.

Il direttore dell’Agenzia ha in proposito ricordato come il ricavato dalla lotta all’evasione sia in incremento rispetto al 2010, quando le stesse iniziative di contrasto portarono nelle casse delle Entrate circa 10 miliardi di euro. Il recupero – prosegue Befera – continuerà anche nei prossimi trimestri, con una progressione incoraggiante per le proprie stime.

Tra le dichiarazioni di Befera, interessante è il passaggio relativo a una delle materie più “calde” di questi giorni, il condono. “E’ un problema politico, io sono un organo tecnico” – ha risposto il direttore dell’Agenzia delle Entrate, per poi aggiungere che “non siamo stati investiti da nessuno per uno studio in tal senso”.

Per quanto infine concerne le cause dell’evasione fiscale, Befera ha sostenuto che le determinanti rientrano “nel dna dell’Italia, la nostra nazione è nata 150 anni fa, prima c’era un frazionamento e una grande presenza di stranieri. La cultura del pagamento delle imposte è recentissima” – aggiungendo in conclusione che i dati sull’evasione “sono in linea con quanto previsto. L’obiettivo 2011 è il recupero di 11 miliardi di euro contro i 10,5 dello scorso anno. Le compensazioni sono confermate a circa 6,6 miliardi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi