Ridurre le tasse grazie agli evasori

Secondo quanto è emerso da diverse dichiarazioni da parte di esponenti vicini all’esecutivo, grazie alle operazioni della Guardia di Finanza per il recupero del sommerso, il Tesoro potrebbe essere in grado di destinare parte degli introiti a detassazione dei redditi, con conseguente beneficio per i milioni di cittadini italiani onesti, che pagano regolarmente l’imposta sul reddito delle persone fisiche.  Il governo sta valutando infatti di inserire nella legge delega l’obbligo di destinare una quota del tesoretto derivante dall’abbattimento dell’evasione fiscale alle già ricordate misure di detassazione.

Anche se la prudenza è tanta, in caso di reperimento di 15 miliardi di euro, l’operazione – che potrebbe scattare già entro l’attuale esercizio – potrebbe portare in forte calo l’aliquota del 23% al 20%.

Prevedendo quanto potrebbe accadere in futuro, è possibile che il governo Monti – dopo i decreti Salva Italia e quello Cresci Italia – possa varare una fase tre dedicata all’equità. Fase la cui natura dipenderà fondamentalmente dai risultati della lotta all’evasione.

In tale proposito, numerose sono le stime che si avvicendano in merito al quantum ottenibile dalle azioni del Fisco. Nei cinque anni tra il 2006 e il 2010, ad esempio, la cifra derivata dalle azioni della Guardia di Finanza ha sfiorato i 63 miliardi di euro, per un ammontare pari a oltre il 58% delle entrate nette totali.

Tuttavia l’importo di cui sopra si riferisce alle somme che i governi hanno stimato di riscontrare in qualità di sommerso, e non quanto effettivamente raccolto. Le entrate reali, finite a coprire il deficit di bilancio, sono invece inferiori, anche se pur sempre pari a circa 49 miliardi di euro.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi