Equitalia: nuove dilazioni e pagamento a rate

Equitalia: nuove dilazioni e pagamento a rate

Sono diverse le opzioni di pagamento a rate dei debiti Equitalia. Andiamo a scoprirne di più al riguardo, anche a seguito della nuova opportunità introdotta proprio in questi giorni riguardanti nuove agevolazioni.

Oggi è possibile scegliere tra 3 differenti alternative per dilazionare le somme dovute a Equitalia: 120 rate corrispondenti ad un piano praticamente in 10 anni, 72 rate ovvero un piano di rientro in 6 anni, oppure una nuova forma di rateazione per tutti coloro che non erano riusciti a ripettare in precedenza i pagamenti, e perciò “costretti” ad interrompere il piano di rientro che era stato loro accordato.

Quest’ultimo caso è previsto dal Decreto IRPEF (Dl 66/2014, articolo 11-bis) ed è possibile aderire tramite l’utilizzo di un apposito modulo disponibile presso lo stessa Equitalia.

Si tratta di una nuova opportunità che spetta a tutti i contribuenti  la cui decadenza dal beneficio si sia verificata entro il 22 giugno 2013. Tutti coloro che soddisfano tali requisiti, entro il prossimo 31 luglio, possono rientrare secondo le modalità indicate sullo stesso sito web di Equitalia.

Si tratta di nuovi piani che diventano però non più prorogabili nel caso in cui vengono saltate 2 rate, anche non consecutive, a cui segue appunto l’esclusione.

È stata perciò aperta una nuova finestra da parte di Equitalia negli scorsi giorni, che secondo le stime dello stesso istituto, potrebbero portare ad una nuova rateizzazione di un totale di 20 miliardi di euro.

Per quanto concerne tutte le possibilità di rateazione previste da Equitali,a occorre distinguere tra piano ordinario e straordinario, nei quali l’importo minimo di ogni rata è comunque in ogni caso di 100 euro.

È  possibile chiedere una rateazione ordinaria nell’eventualità si riceve un rifiuto di quella straordinaria, come l’allungamento del piano, ed altri soluzioni previste dallo stesso agente di riscossione.

Per i debiti fino a 50mila euro, è sufficiente presentare una domanda semplice, mentre in caso di debiti di importo superiore a 50mila euro, Equitalia prima di concedere un pagamento in 120 rate, va a verificare la situazione economica del contribuente.

La rateazione straordinaria in pratica riguarda tutti quei contribuenti che non riescono a pagare il debito in 72 rate ma che riusciranno a saldare il debito in 120 mesi.

Da osservare che la decadenza dal beneficio si verifica in caso si è registrato il mancato pagamento di otto rate, anche non consecutive.

Importante è anche sottolineare che il contribuente che ottiene la rateazione, non viene più considerato inadempiente per l’agente di riscossione. Molto importante nel caso in cui il soggetto interessato è una impresa.

La domanda si può presentare sia presso gli sportelli Equitalia che tramite raccomandata A/R, ricorrendo ad appositi moduli.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi