Assicurazioni: in 2 anni aumenti del 27%

Ancora cattive notizie dal fronte assicurativo per gli automobilisti italiani. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Isvap al Senato negli ultimi 2 anni le polizze rc auto sono aumentate, mediamente, del 27%. E se gli automobilisti non se la passano bene i centauri stanno ancora peggio visto che le polizze obbligatorie per le moto sono aumentate del 45%. Un dato che preoccupa i consumatori e che impone un intervento immediato del governo per mettere un freno alla folle corsa delle tariffe.

Lo studio sugli aumenti delle assciurazioni auto è stato condotto prendendo a campione il caso molto comune di un 40enne nella classe più alta di bonus malus, mentre quello per le polizze moto è stato condotto su un 18enne alla guida di una moto o di uno scooter.

Al di la dei dati statistici è evidente come ci sia un forte conflitto tra la crescita delle tariffe delle assicurazioni e i redditi delle famiglie italiane. Aumenti, per giunta, ingiustificabili in tale misura visto che le compagnie non hanno subito nessun costo aggiuntivo tale da giustificare aumenti a doppia cifra.

Ma allora perchè le assicurazioni auto e moto continuano ad aumentare?

La risposta la da Flavia Mazzarella, vicedirettore dell’Isvap, secondo cui le compagnie di assicurazione hanno subito negli ultimi 2 anni consistenti perdite dovute alla crisi economica e cercano di ritrovare un equilibrio di bilancio aumentando le tariffe pagate dai cittadini.

Le associazioni dei consumatori sono, ovviamente, pienamente concordi con i contenuti del rapporto Isvap. In particolare il Codacons denuncia che una polizza rc auto in Italia costa, mediamente, 5 volte di quello che costa in molti altri paesi europei dove assicurare un’auto costa intorno ai 200 contro i 900-1000 pagati in Italia con un aumento del 195% dal 1994 al 2011.

Una situazione davvero molto complessa su cui il governo non potrà evitare di esporsi per tutelare gli interessi dei cittadini ed impedire che il mercato delle assicurazioni false continui a crescere.

Cosa si può fare per pagare meno

Purtroppo il cittadino non può fare molto per pagare meno una polizza in quanto il problema andrebbe risolto a monte garantendo una concorrenza “reale” così da incentivare le aziende ad abbassare i prezzi.

Tuttavia qualcosa si può ancora fare per spendere meno. Nei giorni scorsi abbiamo presentato il rapporto di Altroconsumo su come risparmiare sulle assicurazioni auto e moto; dei piccoli consigli che permettono di ottimizzare al meglio i costi della propria polizza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi