Banche Italiane multate dall’Antitrust!

La maggioranza degli Istituti di credito più importanti del nostro paese sono stati condannati dall’Antitrust al pagamento di sanzioni che complessivamente raggiungono una cifra vicina ai 10 milioni di euro.

La causa di tutto ciò è stato il non aver applicato la legge sulla portabilità dei mutui che prevede la possibilità per il cliente di trasferire un mutuo da una banca all’altra senza nessuna spesa.

Ecco quanto riportato da Altroconsumo promotore della denuncia che ha dato vita all’inchiesta:

Grazie alla nostra denuncia dell’aprile scorso, tutti gli istituti di credito più importanti del nostro Paese sono stati condannati dall’Antitrust per pratiche commerciali scorrette per non aver applicato la legge sulla portabilità dei mutui (art. 8 della legge n. 40/2007) che non prevede spese a carico del consumatore per trasferire il mutuo a un’altra banca.

La nostra segnalazione all’Authority era avvenuta sulla base dell’inchiesta condotta nel marzo scorso che aveva svelato il comportamento scorretto del 95% delle banche italiane che, nonostante il dettato della legge, facevano pagare il trasferimento del mutuo ostacolando la concorrenza e impedendo al cittadino di risparmiare.

Nella lista nera dell’Antitrust con sanzioni per un totale di quasi 10 milioni di euro: Bnl, Banca Antonveneta, Deutsche Bank, Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi di Siena, Banca popolare di Milano, Banca Sella, Banca Carige e del gruppo Unicredit (Unicredit Banca, Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia), Banca popolare di Bergamo, Credito Emiliano, Banca Popolare di Vicenza, Banca Nuova, Credito Artigiano, Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Verona S.Geminiano e S.Prospero, Banca Popolare di Lodi, Banco di Brescia, Banca Regionale Europea, Banca Popolare Commercio e Industria.

Chi è stato costretto a pagare le spese richieste dalla banca per trasferire il mutuo con la surrogazione ha diritto a chiederne il rimborso. La condanna dell’Antitrust è la conferma ulteriore che si è trattato di una richiesta illecita. Potete usare la nostra lettera tipo per chiedere il rimborso delle spese ingiustamente pagate alla banca.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi