I nuovi coefficienti per calcolare la pensione!

Dal prossimo anno per calcolare la pensione saranno introdotti dei nuovi coefficenti più bassi rispetti a quelli utilizzati attualmente quindi sarà necessario aggiornare i coefficienti per capire esattamente quanto si andrà a percepire. Si tratta di modifiche volte ad ottimizzare il costo della spesa pensionistica e che rientra in un più ampio progetto di adeguamento che porterà i vari paesi dell’Unione Europea ad un allineamento dei parametri. 

pensionato

Si parla di ribassi di circa il 7-8 % che andranno ad incidere sull’importo netto che i pensionati si troveranno sul cedolino della pensione. Ma come è possibile calcolare la pensione in base ai nuovi criteri e come valutare i requisiti (che anch’essi verranno modificati).

Per saperne di più continua a leggere l’articolo!

Come calcolare la pensione

Il sito MioJob de LaRepubblica.it offre un interessante strumento per calcolare la pensione: dovrai solamente inserire i tuoi dati personali e calcolare in maniera piuttosto precisa quello che sarà l’importo della tua pensione.

Insieme a questo strumento vengono fornite tutte le informazioni necessarie per compilare correttamente il form così da evitare spiacevoli errori di calcolo. Tornando alla novità introdotta dal governo c’è da dire che, secondo una stima della Cgil, con i nuovi coefficienti ogni lavoratore andrebbe a perdere in media il 4%.

Valore non da poco che ha spinto i sindacati a chiedere al governo un aggiustamento dei coefficienti per contenere questa perdita che andrebbe a gravare su una categoria, quella dei pensionati, già ritenuta a rischio. Qui, invece, puoi approfondire il riscatto degli anni di laurea ai fini pensionistici un argomento molto importante che vale la pena conoscere.

Infine se hai problemi puoi sempre rivolgerti ad una società di servizi, cioè delle agenzie di pratiche per la pubblica amministrazione che si occuperà di effettuare tutti i conteggi e di svolgere le pratiche necessarie per poter accedere alla pensione di anzianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi