Come trovare lavoro a New York

Fare unesperienza di lavoro all’estero e, in particolare in un posto come New York, è il sogno di moltissimi giovani che in Italia faticano a trovare la propria strada complice anche una disoccupazione che è arrivata su livelli insopportabili. New York, infatti, rappresenta nell’immaginario di molti un’ottima opportunità per trovare un impiego all’altezza delle proprie competenze che possa contribuire alla propria crescita professionale.

Ecco tutti i dettagli:

Lavorare a New York – cosa serve

Per poter trovare un impiego a New York , naturalmente, occorre ottenere un visto che permetta di cercare regolarmente un impiego. In caso di permanenza illegale in America, infatti, si rischia di essere rispediti in Italia con l’impossibilità di rientrare negli Stati Uniti.

I visti per il lavoro sono quelli con codice H (lavoratore temporaneo), B1, B2 (affari e turismo), E (commercio o investimento). Per l’Italia è possibile anche richiedere il visto online sul sito dell’Esta compilando tutti i campi e pagando un’imposta amministrativa.

Ovviamente bisogna essere in regola con le direttive e avere tutti i documenti (passaporto) regolarmente aggiornati e vidimati.

Lavorare a New York – consigli

Avendo avuto modo di parlare con diverse persone che hanno provato questa splendida esperienza mi sento di darti qualche piccolo suggerimento che spero possa esserti utile.

In particolare è bene non farsi facili illusioni; gli Stati uniti, nonostante le tante differenze con l’Italia non stanno attraversando un periodo particolarmente florido dal punto di vista economico (come conseguenza della crisi economica) e trovare un buon lavoro non è un’impresa facile.

New York è una città dinamica che offre molte opportunità che bisogna essere bravi e fortunati a cogliere al volo. Ovviamente è fondamentale imparare velocemente la lingua in modo fluente e corretto e dedicarsi anima e corpo al lavoro.

Questo perchè negli Stati Uniti è ancora vivo uno spirito di lavoro fondato sulla meritocrazia (ma ovviamente anche li ci sono le eccezioni) dove anche chi parte dal basso può sperare di avere il suo spazio.

Insomma decidere di fare un’esperienza di lavoro a New York è una scelta da effettuare con calma e valutando molto bene i pro e i contro che una tale decisione può comportare. Tuttavia vale la pena provare anche perchè nel peggiore dei casi rappresenta un’esperienza formativa estreamente utile che ti permetterà di arricchire notevolmente il tuo curriculum.

Immagine di: serdir

One thought on “%1$s”

  1. sono di altamura e sono panettiere vorei lavorare in qualche panificio in america per produzzione del pane di altamura sono anche un buon cuoco con tradizione mediterania non conosco la lingua ma mi inpegno fin da subito posso fare focaccie panzerroti .pasta fresca di giornata e tante ricette pugliese chiedo solo a chi e interresato di mandarmi un imeil sono disposto a partire anche subito spero scusandomi degli errori ma o bisognio di lavorare anche di notte(se qualche intenzionato e interessato o solo una richiesta da fare un aiuto per trovare un posto per dormire vedo in televisione dei programmi di cui aziende italiane che portano specialita italiane .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi