Saldi invernali: si teme il flop

Dopo il disastro dovuto ai bassissimi consumi relativi al natale e al capodanno molti commercianti sperano nei saldi 2012 per ridare un po di slancio alle vendite. Tuttavia le previsioni non sono certo positive visto che alcuni esperti del settore arrivano a stimare un calo delle vendite compreso tra il 15 e il 30% rispetto allo scorso anno e un calo della spesa del 21%. Secondo lo studio di Confcommercio ogni famiglia spenderà, in media, 403 euro (ossia circa 170 euro a persona) ma le vendite saranno ancora condizionate dalla crisi economica e dal recente aumento della pressione fiscale che ha diminuito il potere di acquisto dei consumatori.

Il settore che più è stato colpito è quello dell’abbigliamento, ossia proprio quello che, grazie ai saldi invernali 2012, conta di risollevarsi ridando slancio alle vendite di inizio anno. Tuttavia anche il presidente dell’Adoc, Carlo Pileri, prevede che i saldi saranno un vero e proprio flop con un calo delle vendite non inferiore al 30%.
Secondo queste stime il calo più pesante sarà quello relativo ai capi di abbigliamento di media e bassa qualità con un -35% ela vendita di calzature, con un -25%. Se la caveranno molto meglio i prodtti di gamma alta che dovrebbero subire un calo molto più contenuto, nell’ordine del 7% circa.
I saldi partiranno oggi da Palermo e Potenza mentre occorrerà aspettare il 5 Gennaio per le altre principali città tra cui Roma, Firenze e Milano mentre gli abitanti del Molise dovranno aspettare fino al 7 Gennaio e quelli di Aosta fino al 10.

In occasione dei saldi le associazioni dei consumatori ricordano, come sempre, di prestare la massima attenzione e di segnalare eventuali irregolarità da parte dei negozianti. Come sempre è importante ricordare che il negoziante deve esporre il prezzo di partenza, lo sconto e il prezzo del prodotto scontato.

Per quanto riguarda i cambi, invece, il negoziante può decidere se effettuarli o meno (salvo che nei casi di merce difettosa, casi in cui è tenuto per legge a sostituire l’acquisto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi