Tobin Tax, seguire l’esempio parigino?

Secondo quanto deliberato dal consiglio dei ministri francese, Parigi potrà presto annoverare una tassa sulle transazioni finanziarie. Un balzello che colpirà solamente le grandi aziende, e che – stando a quanto riportano le prime stime ufficiali in proposito – dovrebbe consentire alle casse statali transalpine di poter incamerare 1,1 miliardi di euro. Niente male, in un periodo di fortissime ristrettezze economiche, e di grandi tensioni sociali.  Ad ogni modo, i più critici osservano come la Tobin Tax varata dalla Francia non sia affatto quella tassa sulle transazioni finanziarie sbandierata come la panacea delle divergenze finanziarie da Nicolas Sarkozy negli scorsi mesi.

La Francia, nel periodo più recente, ha infatti compreso come la strada della Tobin Tax non possa essere intrapresa da un solo Paese membro (il rischio è infatti quello di dirottare gli investimenti altrove), e pertanto quanto deliberato dal consiglio dei ministri parigino sembra essere più che altro un’anteprima di quanto potrebbe accadere in caso di concordia comunitaria.

La tassa sulle transazioni  finanziarie riguarda infatti solamente le società francesi quotate con una capitalizzazione di Borsa superiore al miliardo di euro. A margine di un rapido calcolo, pertanto, risultano essere colpite dal nuovo onere solo 60 aziende, che vedranno le proprie transazioni finanziarie sanzionate con una tassa di 0,1 punti percentuali.

Insomma, la Francia sembra aver fatto il primo passo verso l’introduzione di una tassa del comparto. Tuttavia l’entità dell’onere, e la ristrettezza di perimetro, sembra poter generare ben poca cosa rispetto agli oltre 8 miliardi di euro che Parigi sperava di ottenere attraverso l’introduzione di una  Tobin Tax.

Ora occorre aspettare per capire quali saranno le posizioni definitive degli altri paesi europei escludendo la solita Inghilterra, da sempre contraria alla Tobin Tax.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi