Aumentano i gruppi di acquisto e gli orti in balcone

La crisi economica sta letteralmente stravolgendo le abitudini degli italiani che, sempre più spesso, ricorrono ai gruppi di acquisto (i cosidetti GAS, gruppi di acquisto solidale) per saltare la grande distribuzione e acquistare direttamente dai produttori saltando i vari intermediari  risparmiando notevolmente sul prezzo di acquisto. I prodotti su cui è possibile ottenere i maggiori vantaggi sono quelli ortofrutticoli dove, grazie ai gruppi di acquisto, è possibile acquistare prodotti più freschi ad un costo nettamente più basso di quello a cui si possono trovare nel supermercato. Tuttavia i gas non sono l’unico strumento che gli italiani stanno imparando ad usare per risparmiare sulla spesa quotidiana: aumentano, infatti, anche gli acquisti sul web e il numero di persone che decidono di improvvisare piccoli orti sul terrazzo o nel giardino di casa.

In assoluto la tendenza che si registra è quella di una riscoperta dei veri valori della tavola, valori che hanno reso grande la cucina italiana nel mondo. Così, per via della crisi economica, le famiglie cominciano a riscoprire il piacere di coltivare da se gli ortaggi o di acquistare frutta, carne e pane direttamente dai produttori selezionandoli tra quelli che, nella propria zona, offrono il miglior rapporto qualità prezzo.

Insomma le difficoltà economiche che hanno caratterizzato questi ultimi anni stanno risvegliando la creatività degli italiani che, in fatto di risparmio, non è seconda a quella di nessun altro popolo. Oltre agli acquisti di gruppo e alle coltivazioni fai da te stanno riscuotendo un ritrovato interesse i mercati di quartiere, mercati che, generalmente, vengono organizzati solo in determinati giorni della settimana e dove si può acquistare praticamente di tutto.

I prodotti più gettonati sono quelli relativi ai capi di abbigliamento, ai prodotti per la casa e i prodotti alimentari specialmente per quanto riguarda le specialità tipiche regionali purchè siano di produzione dello stesso venditore.

Al di fuori del settore alimentare non bisogna sottovalutare anche il ritrovato interesse per il baratto e per la compravendita di prodotti usati: entrambi questi settori stanno riscoprendo un incredibile riscontro in quanto rappresentano uno straordinario strumento che consente di liberarsi delle cose che non ci occorrono più e di trovarne altre in buone condizioni e, sopratutto, a buon mercato.

Non a caso si moltiplicano le segnalazioni di eventi organizzati proprio per far incontrare venditori e acquirenti così come stanno aumentando i siti dedicati all’argomento dove si può dar vita a delle vere e proprie aste in pieno stile ebay (che comunque resta saldamente il leader del mercato).

Continua a leggere:

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi