Vacanze in Europa: attenzione ai rincari

In un contesto economico come quello che stiamo attraversando parlare di vacanze e, in particolare, di rincaro dei prezzi dei biglietti aerei e di strutture turistiche appare, quanto mai, strano. Eppure, secondo un editoriale del Wall Street Journal, la tendenza dei prezzi relativi alle vacanze in Europa per il 2012 sarebbe al rialzo sia per quanto riguarda le compagnie aeree sia per quanto riguarda gli hotel. Secondo un’indagine svolta dal prestigioso giornale online i costi delle vacanze in molte grandi città europee hanno subito dei rincari anche superiori al 20% rispetto all’anno precedente. In particolare i rincari maggiori sono stati registrati dalla città di Londra che, per via delle prossime olimpiadi di questa estate, ha fatto registrare rincari fino al 25% rispetto ai normali prezzi che vengono praticati in questo periodo.

Il rincaro maggiore è da attribuire al costo del volo che, a causa anche dell’aumento del costo del carburante, ha subito dei veri e propri rialzi dei prezzi con l’effetto di allontanare molti viaggiatori dalle destinazioni europee. Tanto per fare un esempio molti turisti americani hanno deciso di annullare le proprie vacanze nel vecchio continente scegliendo mete interne agli Stati uniti.
In America, infatti, il costo dei biglietti aerei interni è stato rivisto al ribasso: la tratta da Chicago a Boston ha subito una riduzione del 29% del costo facendo aumentare le prenotazioni per l’estate del 33%. Secondo il Wall Street Journal i consumatori sono più attenti a queste differenze e, pur di risparmiare, non si ha nessuna difficoltà a cambiare la propria meta.

E lo stesso discorso può essere applicato all’Europa dove l’uso di compagnie low cost per gli spostamenti all’interno del Vecchio Continente continua ad aumentare facendo registrare una crescita record. Tanto per fare un esempio Ryanair, la famosa compagnia low cost Irlandese, sul mercato italiano con i suoi 22 milioni di passeggeri trasportati nell’ultimo anni ha quasi raggiunto la compagnia di bandiera Alitalia.

Un dato significativo che testimonia l’attenzione dei consumatori alla possibilità di risparmiare anche se questo volesse dire rinunciare a qualche comfort.

Come risparmiare sulle vacanze e sui voli

Il modo migliore per ottimizzare i costi è scegliere la propria meta turistica con intelligenza. Tanto per fare un esempio alcuni paesi finanziariamente in difficoltà hanno fatto registrare una lieve diminuzione dei prezzi. In Spagna, Portogallo e Irlanda i prezzi degli hotel o delle tratte aeree sono state abbassate del 5% circa con l’obiettivo di attirare qualche visitatore in più.

Per quanto riguarda la Grecia, ad esclusione delle località più gettonate come Mykonos o Santorini, il calo dei prezzi è stato ancora maggiore: si stima che una vacanza in grecia per questa estate costi il 20% in meno di quanto non costasse lo scorso anno.

Tuttavia anche nel nostro paese ci sono delle località particolarmente economiche che possono permettere di risparmiare molto. Basti pensare, ad esempio, alla Puglia o alla Sicilia, 2 meravigliose regioni che offrono contesti naturali unici al mondo e un vasto patrimonio artistico con in più il vantaggio di avere prezzi davvero molto interessanti, specialmente se paragonati a quelli di altre regioni.

Continua a leggere:

  • come risparmiare sulle vacanze: alcuni consigli utili per risparmiare sul costo delle proprie vacanze;
  • come viaggiare gratis: viaggiare gratis è possibile grazie allo scambio casa che permette di visitare, a costo zero, tante città in giro per il mondo;

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi