Semplificazioni fiscali: rateizzare le imposte

Uno degli effetti del decreto sulle Semplificazioni fiscali è quello di rendere più semplice la rateizzazione delle imposte. Questo è un aspetto estremamente importante visto che sempre un maggior numero di contribuenti chiede di poter rateizzare il pagamento delle tasse anche in seguito alla crisi economica che sta mettendo in seria difficoltà i cittadini. In sostanza il provvedimento permette di rateizzare sempre la cartella di pagamento (anche con l’applicazione di una rata crescente al posto di quella costante) e stabilisce che la rateazione decade solo nel caso non si paghino almeno 2 rate consecutive. Insomma un piccolo passo in avanti che renderà meno difficile, per i contribuenti italiani, poter dilazionare il pagamento di una cartella esattoriale.

Proprio per questo cerchiamo di capire come funzioni la rateazione delle tasse anche in virtù delle novità introdotte dal decreto sulle Semplificazioni Fiscali approvato di recente. Qui di seguito è possibile trovare un piccolo schema che riassume, brevemente, alcune delle cose da sapere quando si procede alla dilazione di una cartella esattoriale.

Rateizzare le imposte

In seguito ai controlli formali o automatici può risultare che si debba procedere al pagamento di una parte delle imposte. In questo caso si può richiedere la rateazione: se si tratta di somme inferiori a 5 mila euro la somma dovuta potrà essere divisa in 6 rate trimestrali, altrimenti si può optare per una dilazione fino ad un massimo di 20 rate trimestrali con importo costante o decrescente.

L’importo della prima rata deve essere versato entro, e non oltre, ai 30 giorni successivi al ricevimento della comunicazione. Rispettare questa scadenza è fondamentale perchè altrimenti decade il diritto a rateizzare la somma. Le successive rate saranno comprensive degli interessi di legge (3,5% su base annua) calcolati a partire dal 1° giorno del secondo mese successivo alla data di elaborazione della comunicazione.

In sostanza con il decreto semplificazioni fiscali, introdotto dal Governo, è possibile ottenere il pagamento rateale della cartella anche nel caso in cui non si sia pagata una o più rate degli avvisi bonari a seguito di controlli automatici o formali.

In caso di comprovata difficoltà economica del contribuente è possibile ottenere una rateizzazione fino ad un massimo di 72 rate mensili, con la possibilità di ottenere un rinnovo qualora ci sia un comprovato peggioramento della situazione finanziaria del contribuente.

Dove trovare maggiori informazioni

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito dell’agenzia delle entrate (agenziaentrate.gov.it) o su quello di Equitalia (equitaliaservizi.it).

Qui di seguito, invece, vi proponiamo un interessante video che riassume tutte le principali novità introdotte dal decreto semplificazioni fiscali realizzato dal dottore commercialistaErnesto Zamberlan.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi