Assegno ordinario di invalidità: come richiederlo

Assegno ordinario di invalidità: come richiederlo

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione economica che viene erogata, dopo una opportuna presentazione della domanda, a favore di tutti quei soggetti la cui capacità lavorativa è inferiore a meno di un terzo, a seguito di infermità fisica o mentale.

Assegno ordinario di invalidità: a chi spetta

Possono richiedere l’assegno di invalidità i lavoratori dipendenti, gli autonomi (come ad esempio artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri) e tutti coloro che risultano iscritti a specifici fondi pensioni, sostitutivi ed integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria.

Assegno ordinario di invalidità: requisiti

Per ottenere l’assegno ordinario di invalidità è necessario soddisfare una serie di requisiti.

In primo luogo, come già anticipato, la riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo a seguito di infermità o per un difetto fisico o mentale.

Inoltre occorre aver eseguito almeno 260 contributi settimanali, pari a cinque anni di contribuzione e assicurazione, di cui 156 (corrispondenti a tre anni di contribuzione e assicurazione) devono essere relativi al quinquennio precedente la data di presentazione della domanda.

Per il rilascio dell’assegno ordinario di invalidità occorre sottolineare che non è necessaria la cessazione dell’attività lavorativa.

Assegno ordinario di invalidità: presentazione della domanda

La domanda per richiedere l’Assegno ordinario di invalidità può essere presentata soltanto per via telematica mediante una delle seguenti modalità:

  •     Internet: ricorrendo ai servizi telematici tramite l’utilizzo di PIN personale direttamente sul portale dell’Istituto, www.inps.it;
  •     telefono: chiamando al numero gratuito 803164 da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento;
  •     patronati: ricorrendo ai servizi telematici offerti dai patronati.

Alla domanda per richiedere l’assegno ordinario di invalidità deve essere allegata la certificazione medica.

Assegno ordinario di invalidità: quando e quanto spetta

L’assegno ordinario di invalidità entra in vigore dal 1° giorno del mese seguente a quello di presentazione della domanda, una volta che risultano soddisfatti tutti i requisiti richiesti.

L’Assegno ordinario di invalidità presenta una validità triennale e va confermato a seguito di ulteriore domanda presentata dall’avente diritto entro la data di scadenza.

Dopo che è stato riconosciuto per tre volte consecutivamente, l’assegno di invalidità viene confermato in modo automatico.

L’assegno ordinario di invalidità, una volta compiuta l’età pensionabile e in presenza del soddisfacimento di tutti i requisiti, è trasformato in automatico in pensione di vecchiaia.

L’importo dell’assegno ordinario di invalidità viene determinato seguendo il sistema di calcolo misto oppure contributivo, se in questultimo caso il lavoratore ha iniziato a svolgere l’attività lavorativa dopo il 31 dicembre 1995.

Per maggiori informazioni ed approfondimenti in merito all’assegno ordinario di invalidità, consigliano di visitare il sito dell’Istituto Nazionale di previdenza nazionale all’indirizzo web www.inps.it.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi