Da Tallinn si alza una sola voce: le PMI vanno promosse (e tutelate)

Per tre giorni Tallinn, capitale dell’Estonia, lo è stato anche per le piccole e medie imprese durante l’Assemblea delle PMI. Imprenditori, economisti e responsabili politici si sono confrontati in un giro di conferenze e workshop.

L’obiettivo primario di questa assemblea era improntato sul facilitare l’accesso delle PMI agli appalti pubblici, visto e considerato che il 99,8% di essere sono piccole e medie imprese. Allo stato attuale soltanto il 45% dei contratti pubblici sono di loro appannaggio, ma Bruxelles sembra avere tutta l’intenzione di aumentare questa percentuale al 58.

In una dichiarazione rilasciata ad una emittente televisiva, la commissaria Elżbieta Bieńkowska, responsabile del mercato interno, dell’industria, dell’imprenditoria e delle PMI ha messo in evidenza l’importanza delle PMI in un mercato che muove più di 2 trilioni di euro all’anno nel settore degli appalti pubblici. Per raggiungere questo obiettivo, la Commissione europea ha lanciato un’iniziativa lo scorso ottobre per rendere le procedure di appalto pubblico più efficienti, professionali e trasparenti.

“La cosa più importante per noi in Europa deve essere l’efficienza. Efficienza nel modo in cui spendiamo denaro, non i criteri di prezzo più bassi. La direttiva europea ci consente criteri che sono connessi con l’innovazione, con l’ambiente, con l’efficienza energetica, con gli aspetti sociali del progetto. Ed è qui che le PMI sono sempre le migliori in quanto molto vicine alla vita reale”, ha aggiunto Elżbieta Bieńkowska.

L’obiettivo è rafforzare il mercato unico, anche nel delicato settore della difesa, stimolando nel contempo gli investimenti.

Il raduno annuale è anche l’occasione per premiare le iniziative che promuovono con successo l’imprenditorialità in Europa. Quest’anno, il Gran Premio della Giuria dell’European Enterprise Promotion Awards (EEPA) è andato ad un progetto olandese, Innofest. L’artefice di questo progetto Anna van Nunen era molto felice del premio ricevuto.

“Il 90% di tutte le innovazioni fallisce spesso perché non sono state testate prima di essere immesse sul mercato. Ecco dove entra Innofest”, ha detto la van Nunen. “Lavoriamo con otto famosi festival olandesi e offriamo questi festival agli imprenditori come laboratorio vivente per i test sull’innovazione. È stato difficile trovare una collocazione perché era un progetto completamente nuovo. Quindi, per vincere un premio del genere dopo due anni di difficoltà nel metterlo in piedi è di grande conforto”.

Sono stati premiati in totale 18 progetti, tra cui un programma per aiutare le imprese a sviluppare internazionalmente il lancio di un collettivo dall’Austria, il paese ospitante dell’Assemblea delle PMI del prossimo anno.

Add Comment