I ghiacciai della Groenlandia sono una “traccia” dell’antica economia europea

ghiacciaio in groenlandia

Le montagne ghiacciate della Groenlandia non rappresentano certamente una sorta di biblioteca naturale in grado di narrare l’antica storia economica, ma un recente studio appena pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences mostra invece che possono fornire un archivio storico. Joseph McConnell del Desert Research Institute nella città di Reno, in Nevada, ed i suoi colleghi hanno monitorato l’attività economica in Europa e nel Mediterraneo nel corso dei secoli misurando le variazioni della quantità di piombo in un nucleo di ghiaccio groenlandese.

Il piombo è un buon indicatore dell’attività economica perché è un sottoprodotto del silvermaking (il piombo e l’argento si depositano spesso nello stesso minerale, noto come galena), e quindi dell’offerta della moneta. Estrarre l’argento dalla galena comporta l’ebollizione del piombo. I venti dall’Europa trasportati in Groenlandia hanno causato un considerevole inquinamento come conseguenza di questo processo, il quale si è ​​conservato negli strati di neve che, compattati, formano la calotta glaciale dell’isola.

Sebbene la concentrazione di piombo nel nucleo che il Dott. McConnell ha osservato mostra molti picchi e minimi, alcuni schemi generali sono chiari. Le emissioni hanno avuto la loro prima impennata a partire dal 1000 a.C. Questa rilevazione corrisponde alla diffusione dei commercianti e dei coloni fenici dalle loro città d’origine nel Levante nel Mediterraneo occidentale e al conseguente sfruttamento delle miniere di galena in Iberia.

Anche l’ascesa e la caduta di Roma sono evidenti. Un aumento della concentrazione di piombo coincise con le vittorie di Roma nelle guerre puniche contro Cartagine, la più grande colonia fenicia, durante il terzo e secondo secolo a.C. Questo fu seguito da una caduta durante la guerra civile del primo secolo a.C., con un nuovo aumento quando Augusto abolì la Repubblica e portò la pax Romana dell’Impero, e una successiva caduta durante il terzo secolo dopo Cristo, quando lo stato fu nuovamente sommerso dalla guerra civile, subendo anche l’invasione da est.

Il declino dell’inquinamento da piombo diventa evidente dal passaggio di Roma dai denari d’argento, che si degradavano spesso con il rame, ad un oro standard. Però, anche tenendo conto di tutto ciò che è stato scoperto, le epoche oscure europee, durante le quali la Spagna fu occupata dai Visigoti, sono chiaramente visibili nel registro del ghiaccio, come ad esempio il momento in cui la civiltà subì un notevole cambiamento con l’ascesa dello stato frankista che, sotto Carlo Magno, divenne il “Sacro Romano Impero” e con l’acquisizione della Spagna da parte del califfato degli Omayyadi.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi