France Telecom, pressioni sui dipendenti

Secondo quanto dichiarato da uno dei manager della compagnia, Louis-Pierre Wenes, la serie di suicidi che hanno coinvolto un gruppo di dipendenti di France Telecom nel corso degli ultimi anni non sarebbero imputabili a particolari pressioni esercitate dai vertici aziendali sulla restante parte dell’organigramma, ma rientrerebbero nelle pur tristi, ma ordinarie, proporzioni per le compagnie private con un numero di dipendenti superiore alle 100 mila unità.

Wenes ha dichiarato che il tasso di suicidi dei dipendenti France Telecom non è affatto in crescita rispetto ai livelli precedenti: almeno 37 persone titolari di un contratto di lavoro con la società telefonica transalpina si sono tolte la vita dall’inizio del 2008 ad oggi, per motivazioni che parte dei media hanno ipotizzato possano essere riconducibili allo stress generato dal piano di ristrutturazione, che ha introdotto maggiore flessibilità nel lavoro, e considera eventuali chiusure di strutture di minori dimensioni.

Secondo quanto rivela la World Health Organization, il tasso di suicidi in Francia è pari a 17 persone su 100 mila (la rilevazione si riferisce al 2006). Alla fine del 2008, France Telecom disponeva di una struttura con 102 mila dipendenti.

Ovviamente la situazione non è sostenibile e per i vertici del gruppo potrebbe trasformarsi in una vera e propria bomba ad orologeria con la possibilità concreta di avere l’intera opinione pubblica contro.

Una brutta grana per la compagnia telefonica francese che ora dovrà dimostrare di offrire condizioni adeguate ai propri lavoratori anche se non è del tutto da escludere qualche cambio al vertice in funzione, proprio, di questi scandali.

C’è da sottolineare, anche, che l’attuale condizione economica rende quanto mai necessario rivedere alcune politiche aziendali votate solo ed esclusivamente al profitto, soluzioni che non sembrano più essere compatibili con l’attuale congiuntura economica.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi