Risparmiare sulle tasse universitarie

Voglio fare subito una piccola premessa a questo articolo: se ti aspetti che qui si parli di come pagare meno tasse Universitarie magari tramite trucchetti o stratagemmi illegali questo articolo non fa assolutamente per te. Quello che troverai, infatti, è solo qualche consiglio su come ottimizzare gli strumenti che l’attuale legislazione ci mette a disposizione per ottenere tutte el detrazioni fiscali possibili. Fatta questa breve premessa, ho deciso di affrontare questo tema proprio per soddisfare tutte quelle richieste che mi pervenivano da studenti universitari che volevano sapere come poter fare a non dover sborsare cifre troppo alte per l’iscrizione all’università.

 

Per questo ho raccolto una serie di informazioni e strumenti che spero ti siano di aiuto.

Tasse Universitarie

Non starò qui a parlare di come sono strutturate le tasse universitarie, che tutti sappiamo essere divise in 2 tranche. Se comunque volessi approfondire l’argomento non dovresti far altro che recarti su google ed effettuare una ricerca veloce per trovare ottime risorse al riguardo.

Quello che voglio dirti è che spesso, per pigrizia o per ignoranza delle norme, non vengono sfruttuate tutte le possibilità che la legge ci mette a disposizione per ottimizzare la spesa.

Come pagare meno tasse

Il primo strumento che abbiamo a disposizione è il modello isee che altro non è che un indicatore del livello economico del nostro nucleo familiare. Compilare molto accuratamente questo modulo senza commettere errori è fondamentale per essere sicuri di ritrovarsi nella giusta fascia di reddito.

Tra i fattori che vanno ad influenzare il risultato spiccano il numero di componenti del nucleo familiare, l’effettivo reddito (comprensivo di entrate da lavoro dipendente/indipendente e pensioni), la presenza di eventuali portatori di handicap e, soprattutto, il patrimonio immobiliare.

Ovviamente un’attenta compilazione di questo modulo può permetterti di rientrare in una fascia di reddito più bassa così da permetterti di pagare di meno quando sarà il momento di affrontare la seconda rata (la prima è uguale per tutti) delle tasse Universitarie.

Per questo laddove non si sia più che sicuri di quello che si fa, io consiglio di recarsi presso un cap per la compilazione del modulo così da affidarsi a professionisti che lo fanno ogni giorno per lavoro.

Altri strumenti per risparmiare sulle tasse universitarie

Un’altro strumento a cui molti spesso non pensano per pagare meno tasse universitarie è quello delle borse di studio. Alcune sono indette dai vari ministeri, altre direttamente dagli istituti, altre ancora dalle università private.

Generalemente vengono assegnate per merito agli studenti più brillanti tra tutti quelli che hanno fatto domanda. Per avere informazioni sulle borse dis tudio alle quali puoi provare ad accedere ti consiglio di domandare presso la segreteria della “tua facoltà”.

Ovviamente se vuoi raccontarmi la tua esperienza, se vuoi aggiungere qualcosa o hai delle domande ti invito a lasciare un commento qui sotto. Se hai trovato utile questa guida puoi aiutarmi a diffonderla cliccando sul bottone di condivisione su facebook o twitter che trovi qui sotto.

10 Comments

  1. Sandra Piscitelli 8 Ottobre 2011
  2. admin 10 Ottobre 2011
  3. Antonio 27 Ottobre 2011
  4. Antonella 20 Luglio 2012
  5. admin 20 Luglio 2012
  6. Gianni 17 Ottobre 2012
  7. admin 18 Ottobre 2012
  8. paola 25 Giugno 2013
  9. leonardo 7 Settembre 2013
  10. Silvia 5 Febbraio 2017

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi