Assicurazioni: parte il progetto “Io&Rischi”

Parte oggi “Io&Rischi” il progetto di Forum ANIA – Consumatori che ha lo scopo di informare e istruire i giovani sulla cultura assicurativa. Da questa mattina saranno diffusi, in 112 scuole, tutti i materiali didattici relativi all’iniziativa che vedrà l’importante partecipazione dei docenti delle singole classi.

Questa iniziativa rappresenta un passo importante perchè offre un’istruzione di base in ambito assicurativo che permetterà ai giovani di entrare in possesso delle conoscenze necessarie a poter prendere, in futuro, le decisioni in ambito assicurativo con maggiore consapevolezza.

L’iniziativa coinvolgerà i giovani di età compresa tra gli 11 e i 13 anni delle scuole secondarie di I grado e si avvarrà della consulenza scientifica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano oltre che, ovviamente, dell’appoggio del personale docente e dei dirigenti delle singole scuole.

Il progetto è partito in via definitiva dopo la fase di sperimentazione che si è svolta lo scorso anno in 12 scuole di Lazio e Lombardia che ha rivelato come, dopo il corso, ben il 75% dei ragazzi avesse fatto propri i concetti di mutualità, rischio e rapporto costo assicurazione – entità dei danni.

Il percorso ideato per far studiare le assicurazioni nelle scuole prevede una durata complessiva di 10 ore divise in moduli di 2 ore e prevederà, oltre alle schede didattiche e operative e ai fogli di lavoro anche una serie di giochi e test che permetteranno ai ragazzi di applicare le nozioni acquisite in ambito assicurativo divertendosi.

Questo vero e proprio mini corso assicurativo di 10 ore rappresenta un aspetto importante della crescita dei ragazzi anche in seguito agli ultimi dati diffusi sull’uso delle assicurazioni. Nel nostro paese, infatti, la cultura assicurativa è ancora molto scarsa tant’è che ancora oggi molte persone ignorano completamente tutto quello che riguarda le polizze vita, rischi e tutto quello che non riguarda il settore rc auto.

Per molti italiani, infatti, il mondo assicurativo è solo ed esclusivamente legato alla tutela della propria auto. E anche in questo caso la conoscenza delle procedure e delle coperture aggiuntive alla polizza rc (obbligatoria per legge) è davvero poco diffusa.

Insomma c’è un problema di conoscenza che questo progetto ha l’ambizione di sanare cominciando proprio dai più giovani, ossia da quei ragazzi che tra qualche anno dovranno affrontare scelte importanti in ambito assicurativo sia per lavoro (ne è un esempio l’obbligatorietà delle assicurazioni per i liberi professionisti) che per tutelare la propria famiglia da rischi e imprevisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi