Borsa: la volatilità spinge allo scalping

In questo contesto economico in cui le borse sono estremamente volativili sta tornando di moda lo scalping. Forse in pochi conoscono lo scalping ma si tratta pur sempre di una parte molto importante del trading. Lo scalper, infatti, è colui che opera sui mercati finanziari (azionario o forex) aprendo delle posizioni per brevissimo tempo, ossia dai pochi secondi ai pochi minuti massimo, sfruttando i massimi e i minimi relativi. Spesso lo scalping viene confuso con l’operatività intraday, ossia con quei traders che comprano e rivendono titoli nell’arco di una giornata. Lo scalper, invece, arriva a effettuare anche decine di operazioni al giorno sullo stesso titolo (gli scalper più accaniti riescono a effettuare anche qualche centinaio di operazioni) sfruttando le oscillazioni dello stesso. Ovviamente, come è facile immaginare, fare scalping è davvero molto rischioso e può portare anche a perdere grandi quantitativi di denaro perchè non sempre il mercato reagisce come si pensa.

L’attività dello scalper richiede una grandissima disciplina e, sopratutto, una scarsissima emotività in modo da poter valutare le entrate e le uscite nella maniera ottimale. Come dicevamo la volatilità che caratterizza i mercati finanziari in questo contesto economico ha spinto molti trader a fare scalping per sfruttare tutte le oscillazioni giornaliere.Questo tipo di operatività, infatti, è applicabile in maniera molto più marcata proprio in questi contesti economici dove i singoli titoli, o le singole valute, vengono scambiate in modo frenetico dando vita a oscillazioni molto consistenti.

Vantaggi dello scalping

Operare facendo scalping è estremamente interessante in quanto permette di guadagnare anche in caso di un andamento negativo dei mercati semplicemente sfruttando i massimi e i minimi relativi. Inoltre, chi fa scalping è solito utilizzare stop loss molto stretti in modo da limitare eventuali perdite su ogni singola operazione.

Fare scalping, quindi, permette di essere al riparo da eventuali notizie che possono far precipitare un titolo o una valuta anche da un giorno all’altro e a cui sono soggetti tutti i traders che operano overnight.

Svantaggi dello Scalping

Il rovescio della medaglio di operare come scalper è legato all’alto rischio. Seppur le operazioni si volgono nell’arco di pochi minuti o secondi limitando la perdita è altrettanto vero che si debbono fare anche molte operazioni al giorno. Uno scalper poco attento potrebbe arrivare a fine giornata con un saldo negativo molto pesante.

Inoltre c’è da sottolineare l’incidenza del costo delle commissioni per singolo eseguito. E’ ovvio che uno scalper potrà ottenere delle commissioni più agevolate trattando un fisso per eseguito ma l’incidenza resta comunque molto alta. Infine c’è da sottolineare che in mancanza di volatilità nei mercati finanziari l’attività di scalper è fortemente limitata.

Con quale piattaforma fare scalping

Ovviamente come per il trading anche per lo scalping occorre una piattaforma che ti consenta di operare velocemente sul mercato. Proprio per questo la maggior parte delle piattaforme per fare trading non sono adatte anche allo scalping. Una delle più consigliate è Realtick che viene offerta anche da IWbank. Questa piattaforma consente di operare in maniera estremamente veloce e permette di avere a portata di mano tutti gli strumenti (grafici, infomazioni, ecc) a portata di mano.

Per contro il costo elevato della piattaforma ne fa uno strumento non per tutti. Quella proposta da IWbank, infatti, prevede un costo variabile da un minimo di 195 euro al mese ma che può essere abbassato (fino a diventare gratuito) nel caso si raggiungano almeno 100 euro di commissioni al mese (che facendo scalping si raggiungono molto velocemente).

Ecco il costo della piattaforma:

– 195 euro al mese, fino a 100 euro al mese di commissioni;

– 140 euro al mese, da 100 euro a 500 euro al mese di commissioni;

– 70 euro al mese, da 500 a1500 euro al mese di commissioni;

– Gratis, oltre 1500 euro al mese di commissioni;

Per avere maggiori informazioni puoi verificare il tutto sul sito ufficiale di IWbank: scalping e trading con IWbank.

In conclusione

Lo scalping è un’attività molto rischiosa e deve essere fatta solo ed esclusivamente dopo aver acquisito le capacità per poter operare velocemente sul mercato sfruttando i massimi e i minimi relativi. Tuttavia ad una prima fase di studio deve sempre seguire una seconda fase di operatività con dei conti gratuiti di prova che  molte banche mettono a disposizione dei propri clienti.

Inoltre sarebbe opportuno avere la possibilità di seguire dal vivo chi opera sul mercato come scalper per apprendere alcune strategie e verificare come vengono affrontate eventuali situazioni “critiche”, cose che nessun corso o nessun libro potranno mai insegnare.

Disclamer: questo articolo è stato pubblicato al solo scopo informativo e non consiste in un invito all’investimento. Economyonline.it e il suo staff non può essere ritenuto responsabile di eventuali perdite provocate da investimenti finanziari.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi