Stress test: ecco cosa sono, e perché fanno tremare i mercati finanziari

stress testManca poco alle ore 12 del 26 ottobre, ora e data nella quale saranno pubblicati i risultati degli esami della Bce sulle 131 banche più grandi dell’Eurozona. Ma cosa sono esattamente gli stress test? Cerchiamo di vederci un po’ più chiaro in questo nostro approfondimento dedicato a uno dei temi più caldi di questa parte finale di ottobre.

Quali sono le banche italiane coinvolte?

Sono 15. In ordine rigorosamente alfabetico: Carige, Mps, Credito Valtellinese, Bper, Bpm, Popolare Sondrio, Popolare Vicenza, Banco Popolare, Credito Emiliano, Iccrea Holding, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Unicredit, Ubi, Veneto Banca.

Come avviene l’esame?

L’esame avviene sperimentando le modalità di reazione dei bilanci delle banche a determinati shock economico – finanziari in uno scenario di base e, successivamente, in uno scenario particolarmente avverso. I tempi di riferimento per gli stress test sono relativi al triennio 2014 – 2016.

Leggi anche: In Italia ci sono troppe banche?

Quali sono i risultati ottenibili?

Dallo stress test emerge un indicatore sintetico espresso con il Cet1 (Common Equity Tier 1) ratio, espresso dal capitale ordinario versato (inclusi gli utili portati a nuovo e le riserve) in relazione alle attività ponderate per il rischio.

Quali sono i risultati “positivi”?

Una banca è promossa agli stress test se il Cet1 risulta essere superiore o pari all’8% nello scenario di base, e al 5,5% nello scenario estremo. Se invece i risultati sono sotto tali soglie, ne deriva un ammanco o un’esigenza di capitale. Le banche “bocciate” avranno 15 giorni di tempo per presentare dei piani dettagliati con i quali indicano in che modo intendono rafforzare il proprio patrimonio.

Su quali dati vengono effettuati gli stress test?

Gli stress test vengono effettuati sui dati di bilancio del 2013. Tuttavia, la Bce rende noto che metterà in evidenza anche quanto accaduto nel 2014 (fino a settembre): potrebbe infatti accadere che nel corso del 2014, vi siano stati degli interventi di rafforzamento patrimoniale che sono andati a correggere i dati al 31 dicembre 2013. Non verranno invece assunte in considerazione altre iniziative che potrebbero incidere sul patrimonio, come le dismissioni.

Quando scopriremo i dati definitivi?

Il 26 ottobre, alle ore 12, è prevista la pubblicazione degli stress test. Considerata l’importanza del dato, la pubblicazione è stata fissata nella giornata di domenica: alle borse, il lunedì mattina, il compito di fornire un nuovo “giudizio”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi