Apple, primi commenti sull’iPad!

Appena presentato ufficialmente dalle mani e dalla voce del chief executive officer Steve Jobs, l’iPad – la nuova creatura di Apple – sta suscitando commenti contrastanti tra le società di analisi di mercato. Secondo la Piper Jaffray & Co., ad esempio, l’iPad necessiterà di almeno un anno di tempo prima di penetrare efficacemente il mercato; tra le determinanti di questo gap nell’esplosione della diffusione del nuovo prodotto di Apple, un prezzo particolarmente elevato, che per la compagnia dovrà esser portato al di sotto della soglia dei 500 dollari affinchè le vendite possano essere favorite.

ipad

Gene Munster, un’analista della Piper Jaffray, ha dichiarato a Bloomberg che il prezzo ideale dovrebbe esser previsto tra i 300 e i 400 dollari, contro i 499 – 699 dollari ai quali Apple vuol vendere i primi tre modelli del dispositivo sul mercato statunitense.

È stata sempre la Piper Jaffray, inoltre, a pubblicare negli scorsi giorni le previsioni di vendita sugli iPad, stimando quantitativi collocati sul mercato compresi tra i 3 e i 4 milioni per il primo anno, fino a giungere alla cifra record di 8 milioni di unità nel 2011: un auspicio che – se confermato – porterebbe nelle case di Apple circa 4,6 miliardi di dollari di ricavi aggiuntivi, equivalenti all’attuale business generato dagli iPod.

Una possibilità tutt’altro che remota visto l’appeal che la Apple riesce a creare intorno ai suoi prodotti che, seppur venduti a prezzi non di certo popolari, riescono a coinvolgere delle masse di appassionati della casa disposti a spendere qualsiasi cifra pur di accaparrasi un prodotto della Mela verde.

Sicuramente il lancio del nuovo iPad avrà bisogno di un periodo di rodaggio ma potrebbe trasformarsi nell’ennesima scommessa vinta di Jobs & C. dando un’ulteriore spinta al titolo della Apple sul mercato, titolo che potrebbe rivelarsi un ottimo investimento nell’ottica di medio e lungo termine anche in virtù della solidità dell’azienda che garantisce sempre un ampio margine di sicurezza.

Ricordiamo che questo articolo è stato redatto al solo scopo informativo e non costituisce un invito all’investimento.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi