Istat: giù la produzione industriale 2009

Secondo gli ultimi dati Istat la produzione industriale è crollata del 17,4 % nel 2009 rispetto all’anno precedente nonostante si avesse a disposizione un giorno lavorativo in più. Colpa della crisi che ha fatto del 2009 uno degli anni peggiori per l’economia mondiale, paragonabile solo ai periodi vicini alla grande depressione. Migliaia di aziende fallite, conti in rosso e milioni di posti di lavoro bruciati sono solo alcuni degli aspetti più rilevanti che si ricorderanno del 2009.

Quello che emerge dall’ultimo rapporto dell’ente di statistica è un dato che svela la vera entità della crisi economica e i suoi devastanti effetti sulle nostre industrie che, purtroppo, sono tra quelle che hanno sofferto maggiormente gli effetti della crisi.

Menonmale degli altri sono stati i settori dei prodotti chimici e dell’industria farmaceutica che a dicembre hanno fatto registrare rispettivamente un +7,8% e + 3,2% rispetto al mese di Novembre.

Insomma il quadro sembra chiaro: si produce poco perchè molte aziende spaventate dalla crisi e dalla poca voglia dei consumatori di tornare a spendere preferiscono andare avanti con le scorte di magazzino. Tutto procede con estrema prudenza ma, per far tornare l’economia ai livelli pre crisi è indispensabile che la produzione industriale torni a crescere.

E’ proprio la produzione industriale, infatti, l’unico mezzo in grado di trainare definitivamente il nostro paese (ma non solo) fuori dalla crisi economica. Se non si dovesse invertire la tendenza nei primi mesi di quest’anno, almeno nei settori più importanti per la nostra economia, sembra inevitabile un intervento del governo.

Intervento che in molti già si auspicavano per quest’anno ma che i conti del nostro paese, con un rapporto deficit pil “drammatico”, non consentono.

Puoi leggere anche:

Immagine di: davic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi