Prestiamoci, il prestito tra privati!

I prestiti tra privati sono una soluzione alternativa per ottenere liquidità e affrontare delle spese improvisse, di cui molti non conoscono nemmeno l’esistenza. A questo proposito voglio parlarti di Prestiamoci.it! Prestiamoci è un progetto interessantissimo che permette di far incontrare le esigenze di chi dispone di liquidità e vuole trovare uno strumento per investire e chi, invece, ha necessità di ottenere un finanziamento. In questo modo si vengono ad incontrare 2 esigenze contrapposte, quella di investire i propri soldi e quella di ottenere un finanziamento, il tutto in maniera semplie e sicura.

Ecco tutti i dettagli:

Prestiti tra privati – prestiamoci.it

Come è ormai risaputo la crisi internazionale ha creato problemi su tutti i mercati mondiali e le banche hanno per forza di cose chiuso “i cordoni della borsa” andando inevitabilmente a limitare la possibilità di movimento delle famiglie e delle imprese italiane, costrette certe volte a compiere dei veri e propri miracoli per ottenere un mutuo.

Tre giovani imprenditori, Paolo Galvani, Giovanni Tarditi e Mariano Carozzi, hanno avuto un’idea innovativa cercando di dare respiro alle imprese ed alle famiglie italiane con l’iniziativa “Prestiamoci” che ha introdotto nel nostro paese il prestito person-to-person.

Il prestito person-to-person, o P2P, tanto per utilizzare una terminologia molto cara agli utilizzatori di internet, nasce proprio grazie allo sviluppo del web che ha permesso la nascita di servizi come l’online banking.

La proposta studiata dai giovani imprenditori si appoggia su Banca Sella, poiché il flusso di denaro che intercorre tra chi presta e chi riceve e viceversa passa sempre e comunque attraverso la banca (comunque garante e strumento di fiducia), tuttavia le transazioni saranno completamente gestite tramite una applicazione web, la quale si può trovare sul sito di Prestiamoci.

Il funzionamento del prestito tra privati di Prestiamoci è semplicissimo: la somma offerta da chi presta è infatti divisa in ben trenta quote che verranno assegnate a diversi progetti e finanziamenti.

Per quanto riguarda il prestatore è opportuno sottolineare che la somma prestata può andare da un minimo di 500 € sino ad un massimo di 25.000 e che la durata di questo finanziamento non può superare i trentasei mesi.

I costi non sono altissimi, il prestatore paga una fee fissa di 25 € una tantum ed in seguito una commissione dello 0.8% da applicarsi al valore di qualsiasi rata incassata, diversamente il richiedente il prestito dovrà pagare una quota più alta di 50 € più una commissione del 1.2% che va ad applicarsi al valore di ogni rata di rimborso del prestito.

Questo sistema è già stato applicato con un certo successo in Germania ed in Spagna e Prestiamoci è la prima community online di prestito person-to-person nata nel nostro paese. L’idea è decisamente molto buona e questo sistema di prestiti tra privati può realmente contribuire a rimettere in moto un’economia che negli ultimi anni è rimasta decisamente troppo ferma.

7 thoughts on “Prestiamoci, il prestito tra privati!

  1. salve vorrei un prestito ma che le tasse e spese si devono mettere assieme al prestito

  2. buonasera vorrei un prestito di euro 2 mila ma le varie tasse si devono includere nel prestito, vi chiedo questo per poter pagare alcuni debiti che ho in corso. posso far fronte a una rata perche’ ho un reddito fisso grazie attento con ansia

  3. Salve sono Roberto e avrei bisogno di un prestito di 7000€ come dovrei fare? Attendo risposte

  4. salve mi servono urgentemente 5.000 €. chi mi aiuta seriamente? attendo risposte serie grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi