Come funzionano le obbligazioni?

Le obbligazioni sono titoli di credito, rappresentativi quote del capitale del debito del soggetto emittente, che attribuiscono al possessore il diritto alla restituzione, a una certa scadenza, del capitale versato e alla corresponsione di interessi da riscuotere in date prestabilite.

Dal punto di vista del soggetto emittente, rappresentano, rispetto ad esempio al ricorso a prestiti bancari, una forma alternativa di indebitamento esterno volta a ottenere un finanziamento. Dal punto di vista di chi le acquista invece costituioscono un impegno delle risorse finanziarie.

Le obbligazioni, secondo la normativa, possono essere messe sia da soggetti pubblici (titoli emessi dal Tesoro)  per la copertura del fabbisogno finanziario, che privati (società private) per sostenere la propria attività ottenendo liquidità dal mercato (corporate bond).
Le obbligazioni emesse dal tesoro, o titoli di Stato, sono:

i Bot (buoni ordinari del Tesoro), ovvero titoli a breve termine emessi sotto la pari e rimborsati alla pari. La remunerazione per l’investitore deriva quindi dalla differenza fra prezzo di emissione e rimborso (esempio: prezzo d’emissione 95, valore nominale 100). E’ un titolo zero coupon, la durata può durare a anche 365 giorni ma deve essere compresa entro il mese corrispondente dell’anno successivo, il valore facciale minimo di 1000 euro.
i Btp (buoni del Tesoro pluriennali), titoli a tasso fisso a medio lungo termine. Il ministro del Tesoro ne decide importo, tagli (almeno 1000 euro) e durata, 3,5,7,10,30 anni. Pagano cedola semestrale fissa posticipata, determinata prima dell’emissione.
i Btp€i (buoni del Tesoro indicizzati) sono titoli indicizzati all’inflazione europea, indice Eurostat, con il capitale rimborsato a scadenza rivalutato sulla base dell’inflazione dell’area euro. Sono strumenti a medio-lungo termine con scadenza a 5,10, 30 anni.
i Cct (certificati di credito del tesoro) sono titoli a medio-lungo termine, scadenza a 7 anni e forniscono un tasso variabile che viene determinato aggiungendo uno spread (premio) fisso al tasso di rendimento dei Bot. Lo spread è generalmente compreso tra lo 0,3% e l’1%.
I Ctz (certificati del tesoro zero coupon) sono privi di cedola e con durata pari a 18 o 24 mesi, taglio minimo 1000 euro. Il rendimento dei Ctz, essendo zero coupon come i Bot, può essere calcolato nello stesso modo dei Bot stessi.

Vediamo ora solo alcune delle obbligazionari private, (corporate bond) tra le più diffuse:
obbligazioni indicizzate: il proprio rendimento deriva dall’andamento di un determinato indice.
obbligazioni convertibili: conferisce ai possessori il diritto, a determinate scadenza, di trasformare le proprie obbligazioni in azioni.
obbligazioni cum warrant: includono nel proprio profilo un’opzione di sottoscrizione dei titoli azionari dell’emittente.
obbligazioni subordinate: rendono di piu delle ordinarie poichè assumono rischi maggiori. In caso di insolvenza dell’emittente infatti, i possessori (definiti junior)vengono rimborsati solo dopo il rimborso dei detentori di obbligazioni ordinarie (definiti senior).

One thought on “%1$s”

  1. Non mi é chiara una cosa: se io compro delle obbligazioni al 5% di cedola a prezzo 110. Il 5% mi viene dato su ció che io ho versato o sul valore nominale? (Riducendo di conseguenza la reale cedola rispetto a ció che ho investito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi