Grecia, il giorno della verità

Oggi è la giornata decisiva per la Grecia che si appresta a votare le misure di austerity proposte dal governo. Come sottolineato dal Commissario Ue agli Affari economici e monetari Olli Rehn, in gioco non c’è solo il futuro del paese greco, ma anche la stabilità finanziaria e monetaria di tutta Europa. L’avvicinarsi del momento della verità inasprisce la drammaticità della vicenda che non prevede, per voce dello stesso Rehn, un piano alternativo per evitare il default. La crisi ellenica potrebbe causare una bancarotta nel caso in cui il parlamento non ottenesse la maggioranza necessaria. L’Ue è pronta ad aiutare la Grecia a superare questo cruciale momento di difficoltà, ma prima è necessario che la Grecia intraprenda la giusta via verso un’efficacie ristrutturazione economica.

La prova è tutt’altro che semplice, ma la Grecia deve evitare un default che colpirebbe soprattutto gli strati più vulnerabili della società. Al momento Atene si trova paralizzata da uno sciopero generale di due giorni che è sfociato in duri scontri nel centro della città, in particolare a causa dei gruppi anarchici denominati Exarchia.

Nell’arena dei partiti politici ellenici il voto favorevole al piano di austerity è sostenuto dal partito Alleanza Democratica, mentre l’opposizione guidata da Antonio Samaras è ancora riluttante e potrebbe rappresentare una minaccia. Il voto si articola in due parti: la prima relativa alla strategia complessiva di risanamento e la seconda dedicata alle misure specifiche attraverso le quali attuare la strategia; il piano di salvataggio della Grecia prevede aiuti per 110 miliardi di euro.

I mercati finanziari sembrano avere fiducia nell’ esito positivo della votazione e hanno chiuso ieri in rialzo permettendo all’euro di guadagnare terreno nei confronti del dollaro. La moneta unica rappresenta una delle variabili più delicate di questa crisi finanziaria poichè il default della Grecia potrebbeminare le fondamenta stesse dell’eurozona.

Come è facile immaginare, la tensione tra gli investitori cresce col passare delle ore in vista dell’esito della doppia votazione parlamentare ad Atene. In questo contesto di volatilità il trading online con CFD offre la possibilità di gestire una posizione sia in rialzo che in ribasso in svariati mercati finanziari, tra cui quello del Forex, per rimanere in tema con il destino del cambio euro/dollaro. Scopri di più su IG Markets trading online.

Il nostro servizio di trading comporta un elevato livello di rischio e può determinare perdite che eccedono il vostro investimento iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi