La migrazione dei lavoratori italiani

Secondo quanto affermato da una recentissima analisi, ogni anno, dal Sud al Nord, circa sessantamila laureati si spostano per cercare lavoro. Una migrazione continua e inesorabile che – pur non toccando i picchi riscontrati negli anni Sessanta – è comunque fortemente caratterizzatrice di quanto sta accadendo all’interno del territorio nazionale. Stando alle ricerche compiute dallo Svimez, infatti, nel 2010 circa 250 mila persone si sono spostate dal Sud al Nord. Di queste, poco meno della metà (114 mila unità) hanno effettuato il cambio di residenza, mentre la restante parte ha scelto di adottare una strategia di mobilità a lungo raggio, divenendo pertanto pendolari a tutti gli effetti.

A spostarsi sono soprattutto le donne: lo Svimez ricorda come tra i 60 mila laureati che nel 2010 si sono spostati dalle regioni meridionali a quelle settentrionali, il 54,6% sia rappresentato dal sesso femminile.

Una proporzione importante, che è tuttavia destinata a crescere: solamente il 5% delle ragazze laureate ha infatti dichiarato di non essere pronta a spostarsi anche in cambio di un bel posto di lavoro.

Ai 60 mila laureati che sono migrati dal Sud al Nord, si aggiungano altresì i 1.200 laureati in fuga all’estero. Insomma, un quadro della situazione che sembra costituire la base di partenza per il ritorno a quanto accadeva quaranta e cinquant’anni fa, quando decine di migliaia di giovani andavano a cercare fortuna al Settentrione o all’estero.

Uno scenario che sembra distante anni luce dalla figura dei “mammoni” che invece qualcuno vorrebbe etichettare ancora una volta sulle spalle dei giovani italiani.

Giovani messi sempre più in difficoltà dal delicato contesto economico che ha reso il famigerato “posto fisso” quasi una chimera così come il sogno di comprare una casa, visti anche i recenti aumenti dei tassi di interesse dei mutui.

Puoi leggere anche:

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi