Come comprare casa all’asta senza problemi (guida gratuita)

In tempi di crisi come quelli che stiamo attraversando in questi ultimi 4 anni la casa è diventata un lusso per pochi. Non a caso le compravendite sono precipitate con grave danno per il settore e l’economia in genere. Proprio per questo molte persone si affacciano (o cercano di farlo) al mondo delle aste immobiliari. Tuttavia comprare casa all’asta è, ancora, un problema. Le scarse informazioni al riguardo, le difficoltà legate all’acquisizione dell’immobile e la paura di “essere fregati” spingono molte persone a rinunciare. Ma comprare casa all’asta immobiliare è sicuro? E, sopratutto, è alla portata di tutti?

Vendere o acquistare casa all'asta immobiliare

In questa pagina ho voluto raccogliere alcune informazioni che possono esserti utili se ti stai avvicinando al mondo delle aste immobiliari e vuoi capirci qualcosa di più. Inoltre chi volesse approfondire ulteriormente il discorso può dare un’occhiata alla completa guida di oltre 20 pagine pubblicata sul sito notariato.it .

Per prima cosa cerchiamo di capire cosa sono le aste immobiliari, ossia il processo di compravendita tramite offerta che si conclude con la vendita al miglior offerente. Le aste possono essere giudiziarie o di dismissione. La prima è una vendita forzata di un immobile di proprietà di una persona fisica o di una società con in essere dei debiti insoluti. La seconda avviene in seguito alla dismissione da parte dello stato o di un ente pubblico di un bene immobile.

Visto il maggior motivo di interesse verso le aste giudiziarie mi occuperò principalmente di queste. Per quanto riguarda le aste di dismissione basti sapere che presentano alcuni aspetti in comune con quelle giudiziarie ma se si vuole saperne di più si può sempre consultare la guida disponibile sul sito notariato.it .

Comprare casa all’asta giudiziaria

Il prezzo base dell’immobile venduto tramite asta giudiziaria viene stabilito dal perito che ne analizzerà la planimetria, le condizioni, i vincoli e l’identificazione catastale. Un altro aspetto importante che si deve sempre trovare in una perizia è quello legato alla disponibilità dell’immobile (libero, occupato dal proprietario, occupato da terzi, ecc.).

L’avviso d’asta è un altro documento importante in quanto al suo interno troviamo altre fondamentali indicazioni qualora si decida di partecipare all’asta del bene in questione. In particolare segnalo che al suo interno è possibile trovare le informazioni relative al luogo e alla data in cui si terrà l’asta, il prezzo base, il termine per la presentazione delle offerte, il rilancio minimo e le modalità di vendita.

Infine vorrei ricordare che le aste possono essere senza incanto, qualora le offerte vengano presentate in una busta chiusa, o con incanto qualora avvenga, invece, una pubblica gara tra gli offerenti.

Ma come ci si aggiudica un immobile? Nel caso di una vendita senza incanto, quindi con offerta in busta chiusa, chi vince l’asta si aggiudica il bene in via definitiva, mentre nel caso di asta con incanto una volta che ci si è aggiudicato il bene (aggiudicazione provvisoria) bisognerà aspettare 10 giorni con la speranza che nessuno presenti un’offerta in aumento di un quinto del prezzo di aggiudicazione.

Domande e risposte sulle aste immobiliari

Se compro casa all’asta e questa è occupata quando potrò entrare in possesso dell’immobile?

Dipende da chi è occupata. Se è occupata dal proprietario moroso tecnicamente si dovrebbe entrare immediatamente in possesso dell’immobile. Tuttavia, qualora questo decida di non andarsene bisognerà attendere l’intervento delle forze dell’ordine in seguito all’ordinanza del giudice. Nel caso ci siano degli inquilini con regolare contratto di affitto bisognerà attendere la scadenza e poi procedere con lo sfratto. Il mio consiglio è di non avventurarsi in un acquisto all’asta se si ha la necessità immediata dell’immobile in quanto i tempi, in particolari contesti, possono allungarsi sensibilmente.

E’ possibile visitare una casa messa in vendita all’asta?

Generalmente no, per una valutazione si ha a disposizione la perizia con planimetria e tutte le informazioni relative alla disponibilità dell’immobile e alle sue reali condizioni di manutenzione.

Quanto si può risparmiare comprando una casa all’asta?

In linea di massima possiamo parlare di un risparmio medio del 20-25%. Trattandosi di un valore medio possono essere casi in cui il risparmio sarà maggiore o anche casi dove il risparmio sarà minore o completamente assente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi