Debito Grecia, trattative sempre più complesse

Doveva essere la chiave di volta nella casa della sicurezza del debito greco, ma rischia di tradursi nell’ennesimo anello debole di una catena che sta per spezzarsi in maniera definitiva. Il governo di Atene e le grandi banche internazionali non sono ancora riuscite a trovare un’intesa sul taglio volontario del valore del debito del primo, e dei corrispettivi crediti delle seconde. Se l’intesa non verrà trovata nel corso delle prossime settimane, il destino di Atene sarà segnato in maniera univoca: a metà del mese di marzo il governo greco sarà costretto a dichiarare il default (che le agenzie di rating hanno da tempo certificato), con tutto ciò che ne conseguirà per quanto concerne la stabilità dell’eurozona, già messa a dura prova.

Per il momento, ad ogni modo, di rottura del tavolo delle trattative non si parla ancora. Quel che si è detto, a denti stretti, è che i colloqui per il momento non hanno portato a una risposta costruttiva, con l’Istituto di Finanza Internazionale (l’IIF, che sta rappresentando le banche coinvolte) che ha optato per una pausa strategica di riflessione.

Inoltre, l’IIF riconosce altresì al governo greco sforzi per cercare di modellare al meglio le proprie proposte. Sforzi che, tuttavia, non hanno prodotto – così si legge nelle dichiarazioni dei portavoce – “una risposta costruttiva consolidata di tutte le parti in coerenza con l’accordo di ottobre sullo scambio volontario di debito sovrano greco. Date le circostanze” – si continua – “le discussioni con la Grecia sono state sospese per una riflessione a vantaggio di un approccio volontario”.

Secondo alcune indiscrezioni, l’accordo potrebbe tuttavia essere vicino, mediante una riduzione – appunto volontaria – del 50% del valore dei debiti. Un taglio che sembra essere molto radicale, e che ha probabilmente indotto l’IIF a cercare di giocare un’ultima carta prima di firmare l’intesa.

Puoi leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi