Possibile salvataggio della Grecia

Quanti avevano scommesso sul fallimento della Grecia dovranno rivedere le proprie previsioni perchè a quanto pare nonostante la crisi finanziaria (e per quello che si poteva immaginare o sperare) la Grecia non fallirà, grazie al maxi aiuto di Europa e FMI. Questo è quanto emerge dall’ultimo vertice in corso a Bruxelles dove, finalmente, si stanno definendo tutti i particolari del piano di salvataggio del paese ellenico, uno di quelli che sta attraversando le difficoltà maggiori e che senza aiuti rischia seriamente di fallire.

Anche se in ritardo rispetto a quello che sarebbe stato più opportuno, finalmente anche la Germania (sembra su pressione degli Stati Uniti) hanno accettato il piano di aiuti alla Grecia che le permetteranno di superare questa crisi interna.

Ecco tutti i dettagli:

Fallimento della Grecia: evitato il default

Ovviamente la Grecia non verrà salvata a costo zero, anzi il maxi prestito sarà concesso ad un tasso di circa il 5% più che vantagioso per gli stati che presteranno i soldi (sempre che la Grecia riesca a rimborsarli).

Il paese inoltre sarà guardato a vista dalla comunità internazionale e i vertici del governo hanno già assicurato massimo rigore con un piano di tagli mai visto prima.

A quanto pare saranno i dipendenti pubblici quelli che dovranno sopportare i sacrifici maggiori per il salvataggio della Grecia: per tutti i dipendenti statali che guadagnano più di 3000 euro al mese saranno cancellate tredicesime e quattordicesime e sarà bruscamente alzata l’età pensionabile.

Inoltre verrà tagliata considerevolemente buona parte della spesa pubblica chiedendo sacrifici un po a tutti.

D’altronde questo piano di rientro così drastico è stato causato da anni di malgoverno in cui si sono accumulati debiti esagerati rispetto a quelle che erano le reali dimensioni dell’economia greca portando il paese vicino al default.

Da sottolineare a mio avviso la brutta figura dell’Europa che ha portato la Grecia ancora più vicina al rischio di fallimento: si doveva intervenire prima e con più incisione prestando soldi a tassi di interesse più bassi.

Certo è giusto che la Grecia paghi un prezzo per la sconsideratezza dei propri governanti ma sarebbe stato più efficace se l’intevernto europeo fosse stato immediato e soprattutto unito.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi