I migliori titoli azionari degli ultimi 20 anni

La rivista americana SmartMoney ha festeggiato i suoi 20 anni pubblicando un interessantissimo report in cui vengono analizzati i migliori 10 titoli azionari dalla sua fondazione. Secondo SmartMoney chi, nel corso degli anni, aveva puntato su questi titoli e ha resistiti alle fasi di turbolenza che hanno scosso i mercati finanziari in più di un’occasione ha visto crescere il proprio investimento in maniera estremamente profittevole. Secondo gli esperti di SmartMoney, infatti, chi aveva un portafoglio composto da questi 10 titoli avrebbe guadagnato, nel corso di 20 anni, il 9839%. tanto per fare un esempio che renda meglio l’idea, investendo 10 mila euro 20 anni fa in questi titoli oggi si avrebbero 983.930 euro circa. Un risultato incredibile che è reso possibile dal fatto che molti di questi 10 titoli sono  delle small caps, ossia aziende di media dimensione che, potenzialmente, hanno dei margini di crescita maggiori rispetto alle grandissime aziende.

Tuttavia investire in small caps o, ancora peggio, nelle micro caps comporta un altissimo rischio, tanto che solo pochissimi investitori hanno avuto l’intuizione e il coraggio di portare avanti per diversi anni un investimento corposo in queste aziende raccogliendo, oggi, i propri frutti. Anche se molte di queste aziende non vengono scambiate, oggi, ai massimi storici il rendimento nell’arco dei 20 anni è estremamente sbalorditivo.
Ecco la lista completa con qualche dettaglio per ogni singolo titolo:

01) Kansas City Southern: azienda incredibile il cui core business è rappresentato dal settore ferroviario. Dal 2000 la divisione money della società è stata separata e quotata come Janus Capital Group. Quello che più sorprende è stata la capacità di rivalutazione che si aggira intorno al 19000% dal 1992 ad oggi.

02) Middleby: gli analisti hanno definito la Middleby l’azienda più innovativa tra quelle che si occupano di produzione di cucine e impianti di cottura per ristoranti. Dati alla mano l’azienda è passata da 0,68 agli attuali 100 dollari ad azione con una rivalutazione del 14000% circa.

03) II-VI: azienda che si occupa della produzione di componenti per laser che vengono impiegati nella produzione industriale. Il titolo è passato dal quotare 0,24 dollari nel febbraio del 1992 agli attuali 23,63 dollari ad azione con una rivalutazione del 10423%.

04) EMC Corporation: questa azienda hi tech subì un duro colpo quando scoppiò la bolla delle dot com. Nonostante questo negli ultimi 20 anni il titolo si è rivalutato del 9624% passando da 0,28 dollari agli attuali 29. La quotazione massima fu raggiunta nel settembre del 2000 quando il titolo schizzò in prossimità dei 100 dollari.

05) Qualcomm: azienda hitech specializzata nello sviluppo di tecnologie legate alle reti wirless, oltre alla fornitura di chip per l’iphone. Il titolo ha offerto un rendimento del 9232% negli ultimi 20 anni passando da un minimo di 0,62 dollari ad una valutazione attuale che supera i 60 dollari ad azione.

06) Oracle: la famosa azienda specializzata in software è passata da 0,50 agli attuali 30 dollari ad azione. Il picco massimo fu registrato nell’agosto del 2000 quando il titolo dell’azienda raggiunse i 45 dollari ad azione per poi precipitare, a distanza di appena 1 anno e mezzo a meno di 10 dollari. Da allora il titolo si è gradualmente ripreso offrendo, dal 1992 ad oggi, un rendimento dell’8570%.

07) Diodes: azienda che si occupa di semiconduttori. Nonostante abbia avuto un’andamento borsistico tutt’altro che lineare il titolo, in un modo o nell’altro, si è rivalutato dell’8600% rispetto a 20 anni fa passando da una quotazione di circa 0,30 dollari agli attuali 23.

08) Biogen Idec: altra azienda farmaceutica che, nel corso degli anni ha investito tantissimo in nuove tecnologie. Il titolo è passato dai 2,33 euro di 20 anni fa agli oltre 120 euro ad azione di oggi con una rivalutazione del 6334% circa.

09) Celgene Corporation: il titolo di questa azienda farmaceutica valeva, nel 1992, solo 1,50 dollari contro i 75 di oggi. Il titolo ha avuto un rendimento di oltre il 6200% in soli 20 anni con una crescita che si è arrestata solo nel periodo relativo alla crisi economica del 2008.

10) Astronomics: si tratta di un’azienda di forniture aereospaziali che nel 1992 quotava circa 0,80 centesimi di dollaro contro i 32 di oggi con una rivalutazione del 6000% circa. Il picco fu raggiunto nel 2007 quando il titolo arrivò ad una quotazione prossima ai 50 dollari per poi scendere, nel 2008 in piena crisi, fin verso gli 8 dollari ad azione. Dalla fine del 2008 è ripartita la salita fin oltre ai 30 dollari.

Ovviamente il rendimento che queste azioni hanno avuto nei precedenti 20 anni non è assolutamente indicativo di quello che potrebbe essere il futuro rendimento da qui al 2032. Tuttavia è estremamente interessante notare come queste aziende siano riuscite a garantire un rendimento così elevato nel corso degli anni pur non essendo quotate oggi ai massimi storici.

Questo articolo è stato realizzato al solo scopo informativo e non costituisce un invito all’investimento. Economyonline.it e il suo staff non sono responsabili di eventuali perdite dovute a investimenti di qualsiasi natura.

Continua a leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi