Aumentano le richieste di prestiti per le auto usate

In un contesto economico difficilissimo in cui le famiglie italiane sono sempre più schiacciate dal peso delle imposte e dalla perdita di potere di acquisto non sorprende il fatto che negli ultimi otto anni la domanda di prestiti per l’acquisto di auto usate sia raddoppiata. Come testimoniato anche dagli ultimi dati sulle immatricolazioni la vendita di auto nuove continua a diminuire a ritmi incredibili a tutto vantaggio del settore dell’usato. Tant’è che anche le richieste di finanziamenti per auto usate stanno aumentando sensibilmente. In Italia, solo nel mese di Aprile, la vendita di auto nuove è diminuita del 18% tornando ai livelli del 1983. E se in Italia la situazione è drammatica anche il resto d’Europa non se la passa poi tanto meglio. Sempre ad aprile le immatricolazioni hanno segnato una flessione del mercato automobilistico del 6,5% rispetto allo stesso periodo del 2011 confermano il trend negativo cominciato alla fine dello scorso anno.

Insomma in questo contesto di estrema difficoltà è normale che i consumatori dirottino le proprie preferenze nei confronti del mercato dell’usato che, a parità di veicolo, consente di spendere molto meno non solo per l’acquisto ma, anche, per quanto riguarda l’assicurazione auto sempre al centro delle polemiche per l’eccessivo costo sostenuto dagli automobilisti.
In assoluto si può dire che con il deteriorarsi della crisi finanziaria e, sopratutto, della recessione, l’anno scorso c’è stato un forte calo della domanda di automobili e, in particolare, di auto nuove come hanno sottolineato anche i dati sulle immatricolazioni e i dati diffusi dall’osservatorio di prestitionline che ha riscontrato un deciso calo delle richieste di finanziamento.

Un aspetto da tenere in considerazione, per comprendere il fenomeno, è anche l’elevato costo dei finanziamenti. Oggi i prestiti auto vengono erogati, mediamente, con un tasso di interesse compreso tra il 7 e il 9%.

Ipotizzando di dover finanziare 15 mila euro rimborsabili in 48 rate mensili l’importo da pagare sarebbe tra i 360 e i 390 euro al mese. Una cifra tutt’altro che irrilevante, specialmente in un contesto economico difficile come quello che stiamo attraversando dove anche un piccolo risparmio può fare la differenza.

Come fare per risparmiare?

Qual’ora l’acquisto dell’auto sia improcastinabile, il consiglio è di fare particolarmente attenzione al finanziamento proposto dal venditore. Spesso, infatti, le concessionarie tendono a vantare proposte di finanziamento estremamente vantagiose che, in alcuni casi lo sono e in altri no.

Per questo è molto importante effettuare una piccola “indagine di mercato” per capire cosa offrono banche e finanziarie prima di prendere qualsiasi decisione. E’ sufficiente utilizzare uno dei tanti motori di ricerca per prestiti (come quello che mettiamo a disposizione in fondo a questa pagina: www.economyonline.it/prestiti ) che consentono di mettere a confronto le diverse proposte in pochi secondi e senza muoversi da casa o dall’ufficio.

Continua a leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi