Portogallo senza soldi per gli stipendi

Mentre le aziende europee si trovano ancora nel bel mezzo della più grande crisi economica di tutti i tempi (basti pensare che solo in Italia nel 2012 hanno chiuso oltre 100 mila imprese) il Portogallo si trova di fronte ad un bivio alquanto scomodo. In sostanza il paese non ha più i soldi in cassa per pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici e il governo sta valutando se pagare in titoli di stato anzichè in soldi. Si, avete capito bene. Il governo del Portogallo potrebbe pagare pensionati e dipendenti pubblici in titoli di stato anzichè in soldi. A dire il vero il problema si è presentato dopo che la Corte Costituzionale ha bocciate le misure di austerity volute dal governo in carica per ottemperare agli impegni presi con l’UE in seguito agli aiuti richiesti.

Bandiera del Portogallo

Tra le misure che la Corte Costituzionale ha giudicato “illegali” risultano esserci il taglio delle pensioni del 6,4%, i tagli salariali (sono state tagliate le quattordicesime), l’abolizione dell’indennità per le ferie dei dipendenti pubblici e dei pensionati e i tagli ai sussidi di disoccupazione.

Ora il problema è dove trovare gli 1,3 miliardi di euro necessari a tappare il buco di bilancio che si è venuto a creare senza dar vita ad ulteriori tensioni speculative sul paese visto che, proprio il Portogallo, risulta essere uno di quelli più a rischio.

Non resta che domandarsi se questa misura possa, in qualche modo, risolvere i problemi del paese o non sia altro che l’ennisimo tentativo di guadagnare tempo in attesa di non si sa quale miracolo.

Situazione molto simile a quella che aleggia nei palazzi della politica del nostro paese ormai sempre più in crisi di identità e sopratutto senza un governo forte che possa mettere in atto le misure necessarie ad uscire da questa crisi nonostante le recenti elezioni.

In gioco c’è la sopravvivenza dell’Europa ma sembra che a nessuno importi.

Continua a leggere:

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi