Continua il rally di borsa di Mediaset

Investire in borsa non è mai stato tanto semplice. Bastava investire in titoli Mediaset subito dopo il voto per ritrovarsi oggi, dopo appena 3 mesi, con un guadagno del 43%. Non c’è che dire, si ripete per l’ennesima volta lo stesso identico copione. Quando la figura di Berlusconi torna ad essere centrale nella politica italiana le sue aziende crescono in borsa al di la dei fondamentali. Si perchè questo rialzo del 43% non è dovuto certo alle perfomance di Mediaset che, al contrario, sta facendo registrare i peggiori conti della sua storia complice una crisi che ha affondato il settore pubblicitario costringendo l’azienda ad una politica di taglio dei costi senza precedenti.
Insomma non si punta sull’azienda ma si scommette sulla figura di Berlusconi e dei vantaggi di cui indirettamente Mediaset potrebbe beneficiare. Dal 28 aprile, ossia dal giorno del giuramento del nuovo governo di larghe intese, il patrimonio azionario di Berlusconi è cresciuto del 21%.

berlusconi wall street journal

Tutto ciò nonostante Mediaset abbia chiuso lo scorso anno(per la prima volta nella sua storia) con un passivo di 287 milioni e gli ascolti televisivi siano scesi di un punto percentuale. Insomma dati che non convincerebbero nessuno ad investire un centesimo nelle aziende cavaliere.

Come dicevamo il motivo di questo rally è solo ed esclusivamente riconducibile alla fiducia degli investitori nel fatto che le aziende del cavaliere possano beneficiare della sua attuale posizione politica che gli garantisce un ruolo centrale sulla tenuta del governo.

Per il momento Silvio Berlusconi si gode il momento d’oro delle sue aziende che, dal 28 Aprile gli hanno fatto gudagnare circa 330 milioni di euro, ossia un milione all’ora, stando ai calcoli realizzati da Repubblica Finanza.

Ora bisognerà capire fino a quando questo rally potrà andare avanti e quali siano gli ulteriori margini di crescita di Mediaset. Anche se ingiustificato il rialzo potrebbe proseguire ancora a lungo ma tutto dipende dalle vicende politiche dei prossimi mesi. Maggiore sarà la centralità della figura di Berlusconi sullo scenario politico maggiori saranno le provabilità di assistere ad una prosecuzione del rally di Mediaset.

Continua a leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi