Pensione anticipata (Ape): l’Inps lancia il simulatore online

anticipo pensionistico

Il sito dell’Inps si rinnova da cima a fondo e lancia online il simulatore per il calcolo del costo dell’Ape volontaria. In attesa che il governo emani i decreti attuativi, annunciati proprio lo scorso mese di marzo, i lavoratori che stanno pensando se approfittare della possibilità di andare in pensione anticipata, possono finalmente calcolare con precisione quale sarà il costo esatto della rata da restituire qualora dovessero usare l’Ape.

Come noto, la pensione anticipata portata in campo con l’Ape non è altro che un prestito che anticipa fino a 3 anni e 7 mesi la data di pensionamento. Tale prestito dovrà poi essere restituito con degli interessi una volta raggiunti i requisiti per l’accesso alla pensione, anche se il governo, per i più deboli e i lavoratori impiegati in mansioni usuranti, ha previsto l’Ape Sociale che elimina la componente di costo a carico del lavoratore/pensionato.

Con il simulatore online messo in campo dall’Inps, sarà sufficiente inserire i propri dati proprio per calcolare l’entità del prestito e per conoscere l’importo della rata che si dovrà restituire di mese in mese a seconda dei dati inseriti. Il costo terrà conto del tasso di interesse applicato, pari al 2.75%, e verrà aggiornato ogni due o tre mesi in relazione all’andamento dei mercati e al costo della polizza vita obbligatoria. In totale, l’onere a carico del lavoratore, sommando queste ed altre voci di costo, potrebbe raggiungere una percentuale pari al 4.6% per ogni anno di anticipo (pertanto, approssimativamente, una pensione di 1000 euro dovrà “sopportare” un costo di almeno 46 euro mensili per aver usufruito dell’Ape).

Ricordiamo che l’Ape potrà essere richiesto a partire dal 1 maggio dai lavoratori che hanno compiuto 64 anni di età e che hanno alle spalle almeno 20 anni di contributi, a cui mancano al massimo 3 anni e 7 mesi per raggiungere i requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia (così come da Legge Fornero). Inoltre, per poter usufruire dell’Ape volontaria bisogna anche aver maturato un assegno previdenziale di importo pari ad almeno 1.4 volte il trattamento minimo erogato dall’Inps (che significa almeno 700 euro al mese).

Add Comment