Sony e Panasonic: Moody’s taglia il rating

Moody’s Investors Service, una delle tre principali agenzie di rating al mondo (insieme a Standard & Poor’s e Fitch), ha ridotto il rating di Sony e Panasonic di un gradino, portando il proprio outlook in terreno negativo, e prevedendo pertanto ulteriori contrazioni del merito creditizio delle due compagini giapponesi, la cui situazione economico, finanziaria e patrimoniale sta continuando a peggiorare. Delle due, la società che sembra esser maggiormente in crisi, almeno secondo le visioni di Moody’s, è Sony: l’azienda di Tokyo ha visto il proprio rating precipitare a Baa1, non lontano dal confine delle società dalle quali è bene tenersi alla larga.

Il futuro, sempre secondo quanto considerato dall’agenzia di rating, dovrebbe inoltre essere piuttosto tetro: Sony dovrebbe affrontare evidenti difficoltà, sul breve e medio termine, nel ripristino della liquidità perduta e della redditività dimenticata.

A conferma di ciò erano d’altronde arrivate, in tempi meno sospessi, le dichiarazioni degli stessi vertici societari giapponesi, che erano stati costretti ad ammettere come anche l’esercizio finanziario 2011 / 2012 (l’anno si chiuderà il 31 marzo) vedrà una perdita sostanziosa, per il quarto esercizio consecutivo.

Se Sony non può sorridere, lo stesso si può certamente dire per Panasonic. L’altra compagine giapponese al centro della bufera può mantenere un rating maggiore di quello di Sony (di questi tempi, un ottimo A2), ma le sue condizioni economico finanziarie si stanno deteriorando velocemente, ponendo seri dubbi sulla tenuta dei conti societari.

Immediati i risvolti sulle piazze finanziarie: Sony ha ceduto oltre 3 punti percentuali nelle ore successive al downgrade, portando a un – 53% la perdita di capitalizzazione annua. Il crollo di Panasonic, in 12 mesi, è invece “limitato” a un – 43%.

Puoi leggere anche:

  • come investire nelle opere d’arte: una soluzione per diversificare i propri investimenti è quella di puntare anche sulle opere d’arte, ecco come;
  • investire nei box auto: i box auto rappresentano uno degli investimenti più redditizi specialmente in ottica di medio e lungo periodo;
  • come vivere di trading: alcuni consigli per investire una parte dei propri risparmi in borsa;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi