Risparmiare sulla bolletta elettrica

Il risparmio è un fattore estremamente importante per la maggior parte delle famiglie italiane che si vedono costrette a fare delle vere e proprie acrobazie per arrivare alla fine del mese e far quadrare i propri conti. Spesso, però, è possibile effettuare dei grandi risparmi senza sacrificare nulla ma, semplicemente, ottimizzando i consumi dei nostri impianti o stando attenti alle “cattive abitudini” in casa. Piccoli accorgimenti che consentono di ottimizzare, in maniera davvero molto consistente, il costo delle bollette per il consumo di energia elettrica che dobbiamo pagare alla fine di ogni bimestre.

In quest’ottica c’è un piccolo trucco che permette di risparmiare il 5-10% sulla bolletta dell’energia elettrica: eliminare gli elettrodomestici in stand by.

Anche se molti non lo sanno gli elettrodomestici in stand by assorbono energia facendo aumentare il costo della nostra bolletta in maniera significativa. Ovviamente il livello di consumo varia in funzione del numero degli apparecchi lasciati in stand by ma può incidere in maniera davvero molto significativa sulla bolletta da pagare alla fine del mese.

Eliminare queste funzioni spegnendo completamente televisori, dedocder o lettori dvd può permettere un sensibile risparmio che si traduce, in maniera indicativa, in un 5-10% in meno sulla bolleta.

Cosa non da poco se pensiamo che questo piccolo accorgimento non costa davvero nulla in termini di fatica e non richiede nessun tipo di sacrificio o di cambiamento delle nostre abitudini di vita.

Per far questo è possibile utilizzare delle comode ciabatte multipresa con interruttore: basterà spegnere l’interruttore per interrompere l’afflusso di corrente elettrica  a tutti gli elettrodomestici collegati.

Un altro accorgimento da non sottovalutare è quello relativo agli impianti di climatizzazione che siamo soliti usare durante l’estate. Regolare la temperatura su livelli inferiori anche solo di un grado permette un consistente risparmio nei consumi del nostro condizionatore senza per questo comprometterne l’efficacia.

Fondamentale è anche la scelta degli elettrodomestici che, specialmente per quanto riguarda quelli più utilizzati (vedi frigoriferi e lavatrici) devono essere tutti rigorosamente di classe energetica A+. Questo, forse, comporterà un piccolo investimento in più in fase di acquisto ma verrà ripagato velocemente grazie ad una bolletta più leggera.

Inoltre non bisogna dimenticare di eliminare tutte le vecchie lampadine a incandescenza per sostituirle con quelle a basso consumo grazie al quale è possibile abbattere fino al 50% il consumo per l’illuminazione della nostra casa.

Infine un brevissimo accenno agli impianti solari che, oggi, permettono di eliminare la spesa per l’energia elettrica a fronte di un investimento iniziale. Chi dispone del capitale necessario (generalmente sono sufficienti dai 2500 ai 4000 euro, in parte recuperabili grazie alle agevolazioni dello stato in materia di rinnovabili) può decidere di effettuare questo investimento iniziale che verrà poi velocemente recuperato grazie al risparmio sui consumi di corrente.

In questo modo si potrà risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica e contribuire ad un minore inquinamento così da salvaguardare anche l’ambiente in cui viviamo oltre al nostro portafoglio. Cosa non da poco vista la gravissima crisi economica che stà mettendo a dura prova le famiglie italiane.

Altri approfondimenti relativi al risparmio:

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi