Pareggio di bilancio: incertezza sui dati italiani

Pochi giorni fa abbiamo visto quali siano le stime del Fondo Monetario Internazionale sulla crescita economica italiana, sull’abbassamento del debito in proporzione al Prodotto Interno Lordo, e sulla flessione del deficit statale. Ad essere interessati ai conti italiani sono tuttavia anche altre istituzioni internazionali, come la Banca Centrale Europea, che ha infatti chiesto maggiore chiarezza al Paese in merito a come intenda raggiungere l’obiettivo del pareggio di bilancio.

Più nel dettaglio, la Banca Centrale Europea ha pubblicato nel suo bollettino mensile una vera e propria richiesta indirizzata a Roma, nella quale, ricordando che l’Italia ha come obiettivo quello del perseguimento dell’obiettivo del pareggio di bilancio entro il 2014, auspica altresì un maggior livello di dettaglio per quanto concerne le azioni che intende intraprendere nel biennio 2013 – 2014.

In particolare, la Banca Centrale Europea ricorda come il piano italiano per il 2011 preveda una riduzione del rapporto tra disavanzo e Prodotto Interno Lordo pari al 3,9%, contro il 4,6% nel 2010, per poi trascinare tale rapporto al di sotto del 3% nel corso del successivo 2012. In linea l’andamento del debito in rapporto al Pil, che dovrebbe stabilizzarsi intorno al 120% entro il 2012, per poi intraprendere una strada di discesa.

Ed è proprio successivamente a tale data che la Banca Centrale desidera poter metter mano su piani più specifici, limitandosi infatti a definire come non totalmente convincenti i programmi finora stabiliti per il 2013 e per l’esercizio successivo, e affermando come il piano di risanamento strutturale prefissato non sia, per il momento, “sufficientemente ambizioso”.

Insomma, sembra proprio che l’Italia dovrà rimettere mano ai propri conti, e non solamente per soddisfare le pretese informative della Banca Centrale Europea. Per Tremonti & co., qualche settimana di lavoro straordinario…

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi