Super ammortamento, ecco chi può avvalersene

azienda

La Legge di Stabilità 2016, ai commi 94, 94 e 97 dell’articolo 1, fa riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing e prevede che sia possibile effettuare una maggiorazione del 40% rispetto al costo di acquisizione dei beni strumentali. Questa misura che a conti fatti si prefigura come una riduzione del peso fiscale a carico delle aziende, è passata come “super ammortamento” o come “maxi ammortamento”. Si tratta insomma di una scelta voluta dal Governo Renzi per incentivare gli investimenti in azienda, ma abbiamo tutti ben chiaro chi siano i soggetti che possono far uso di questa agevolazione?

L’articolo 1 di cui sopra afferma che possono usufruire del super ammortamento i titolari di reddito di impresa (indipendentemente dalla dimensione, dalla natura giuridica e dal settore economico dell’azienda) e gli esercenti di arti e professioni (inclusi quanti svolgono lavoro autonomo in forma associata). Questi soggetti che investono in beni strumentali nuovi, per usufruire dell’agevolazione devono però effettuare l’investimento entro e non oltre il 31 dicembre 2016!

Ma entriamo più nello specifico discorso dei beneficiari dato che così come viene posta dalla legge, la questione non è poi tanto chiara. Per spiegare con maggior precisione quali sono i soggetti a cui si rivolge il super ammortamento, infatti, è dovuta intervenire la Circolare 23/E del 2016 la quale ha chiarito che la misura si rivolge più in particolare: alle imprese residenti nel territorio italiano e alle organizzazioni residenti nel territorio dello Stato ma intestate a soggetti non residenti; agli enti commerciali in riferimento all’attività commerciale esercitata; alle persone fisiche che effettuano attività di impresa, arti o professioni incentrate sul regime dei minime; alle persone fisiche che esercitano attività di impresa, arti o professioni che applicano il regime di vantaggio.

Ciò significa che dal super ammortamento devono ritenersi escluse le persone fisiche che esercitano sotto il regime forfetario, le persone fisiche che conseguono reddito attraverso l’applicazione di un coefficiente di redditività al volume dei ricavi o dei compensi, e le imprese marittime che fanno parte del cosiddetto Tonnage Tax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi