Investire i propri risparmi nelle obbligazioni a tasso fisso

Nel mondo della finanza esistono diversi modi per investire i propri risparmi in maniera più o meno sicura: uno di questi è rappresentato dalle obbligazioni a tasso fisso.

 

 

 

 

 

 

 

Le Obbligazioni a tasso fisso, come è facile intuire, remunerano l’investimento ad un tasso fisso che viene stabilito prima dell’emissione stessa dell’obbligazione e, quindi, rappresenta motivo di grande interesse per molti piccoli risparmiatori.

Vediamo nel dettaglio come funziona questo strumento.

Obbligazioni tasso fisso

Cominciamo con il sottolineare che con questa tipologia di obbligazioni si conosce fin da subito il tasso di interesse che verrà applicato per tutta la durata dell’obbligazione.

Se, per esempio, acquistiamo un’obbligazione con tasso fisso netto del 2% sappiamo che fino a scadenza il nostro rendimento sarà il 2% annuo del valore dell’obbligazione. Tuttavia sarà il valore stesso dell’obbligazione che potrà variare in funzione dell’andamento dei mercati.

In definitiva possiamo dire che a fronte di un tasso fisso non si ha, però, la certezza di una somma precisa.

Cosa verificare prima dell’acquisto

Uno degli aspetti più importanti da verificare prima di acquistare un’obbligazione a tasso fisso è la qualità della società che emette il titolo. Questo aspetto è molto importante proprio perchè le obbligazioni vengono influenzate dall’andamento del mercato e in particolare da alcuni parametri che ne contribuiscono a determinare il valore (che, ricordiamo, è variabile).

Un altro aspetto a mio avviso molto importante è quello di valutare se scegliere delle obbligazioni quotate o non quotate.

Nel primo caso si può decidere di vendere sul mercato le proprie obbligazioni al valore del momento, nel secondo caso sarà la banca stessa a riacquistare le obbligazioni ma al prezzo da lei determinato e senza possibilità di contrattazione.

Quindi se si ha intenzione di acquistare obbligazioni a tasso fisso non quotate il mio consiglio è quello di portarle a scadenza, mentre se si prevede di poter avere bisogno di quella liquidità meglio optare per quelle quotate.

Ma quali obbligazioni scegliere?

Ovviamente non è facile consigliare quale obbligazione scegliere se non altro per 2 motivi: il primo perchè ognuno deve valutare quali siano le proprie personali esigenze, la seconda è che ci sono persone assolutamente più adatte di me nel fornire consigli di natura finanziaria.

Tuttavia vorrei segnalare un’obbligazione che ha catturato la mia attenzione e che trovo possa essere interessante. Si tratta di un’obbligazione a tasso fisso GENERAL ELECTRIC (Codice ISIN: XS0272770396) con rendimento del 4,125% e scadenza fissata al 27.10.2016.

Il taglio minimo è di 1000 euro e, proprio per questo, è uno strumento che ben si adatta anche ai piccoli risparmiatori che non dispongono di capitali enormi (ricordo che alcune obbligazioni hanno tagli minimi anche di 50 o 100 mila euro).

Ovviamente ognuno poi deve valutare in base alle proprie disponibilità finanziarie e alle proprie esigenze personali.

Continua a leggere:

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi