Famiglie: perdita del potere del 40%

La notizia è di ieri ed è di quelle che fanno male. Almeno fanno male alle famiglie italiane visto che secondo il Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (detto anche Casper) hanno eprso circa il 39,7% del proprio potere di acquisto rispetto a 10 anni fa. Per arrivare a questo dato sono stati raffrontati i prezzi di tantissimi beni (esattamente oltre 100 prodotti) di largo consumo, dalle pizze alle penne, e quello che è emerso è un dato davvero preoccupante: gli italiani si possono permettere sempre meno!

In quest’ottica, denuncia il Casper, come è possibile pensare che l’economia del nostro paese possa riprendere a crescere? Proprio per attirare l’attenzione del governo e delle istituzioni su un problema che va a colpire nel cuore la nostra economia, oassia quella reale delle nostre famiglie, il Casper ha indetto per il 15 Settembre una protesta in piazza.

C’è da immaginare che la protesta sarà di quelle importanti visto che, per chi non lo sapesse, nel Casper confluiscono tutte le principali associazioni dei consumatori: Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Ora finalmente arriva una denuncia ufficiale e definitiva di quello che c’eravamo accorti tutti da tempo: ossia che in rapporto al reddito è sempre più difficile arrivare a fine mese.

Ma ovviamente questo porta anche a spendere meno e, spendendo meno, si rallenta l’economia perchè le aziende non vendono e i prodotti rimangono invenduti nei magazzini. Proprio quello di cui si parla da tempo, quegli incentivi alla crescita economica tanto invocati dagli economisti di tutto il mondo ma che il nostro paese sembra aver messo da parte per privilegiare una, seppur doverosa, politica di tagli alle spese.

Ma un conto è tagliare le spese e basta pensando solo al prossimo anno e tutt’altra cosa è attuare una politica economica che possa garantire un futuro al nostro paese e alle generazioni che verranno.

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi